[Recensione] Canon G7X Mark II: la compatta quasi perfetta (provata a Tokyo)

Tutti mi parlavano di Canon G7X Mark II, descrivendola come la fotocamera compatta delle meraviglie. Sinceramente non credevo che una macchina fotografica di queste dimensioni (diciamocelo pure, è tascabile) potesse regalare risultati simili.

Onestamente parlando, sono una di quelle persone che viene definita fotoamatrice, ovvero mi piace scattare fotografie ma non sono un tecnico. Ecco volevo mettere in chiaro questo punto.

Proverò quindi a raccontarvi la mia esperienza attraverso le foto e i video che ho prodotto con questa piccola Canon G7X Mark II, soprattutto durante il mio ultimo viaggio a Tokyo, in Giappone.

Canon G7X Mark II: le foto 

Con un sensore CMOS da 1″ e 20,1 megapixel e un obiettivo f/1,8-2,8 da 24 mm con zoom ottico, la piccolissima Canon G7X Mark II si comporta in maniera eccelsa, restituendo una profondità di campo notevole e degli scatti notturni superlativi.

Inoltre grazie allo stabilizzatore ottico, anche zoomando al massimo, sarete in grado rimanere sempre fermi sul vostro soggetto.

Con il bottone Wi-Fi posizionato sul lato destro del corpo macchina, si possono trasferire sullo smartphone le foto in qualità originale. Ovviamente dovrete aver scaricato preventivamente l’app Canon Camera Connect (disponibile per dispositivo Android e iOS).

Ecco qui un breve riassunto delle caratteristiche di questa Canon G7X Mark II.

Di seguito vi mostro tutte le foto che ho scattato durante l’ultimo viaggio a Tokyo. Premetto che, praticamente tutte le foto sono state scattate in automatico, in quanto si è trattato di un viaggio davvero frenetico in cui il tempo di fermarsi e impostare la macchina era impossibile. Inoltre tutte le foto sono state editate “on the go” attraverso lo smartphone. Grazie all’app Vsco Cam ho utilizzato dei preset di filtri personalizzati per rendere le foto più omogenee.

Se avete voglia, andate a vedere subito la nostra videorecensione sul canale YouTube Princess Castle. Il mio consiglio è comunque quello di proseguire con la lettura dell’articolo.

1. Tokyo – Akihabara

Questo è l’angusto ingresso del negozio Super Potato, il più conosciuto negozio di retrogaming a Tokyo.
Specifiche: 1/400 | f/2.8 | ISO 800

recensione canon g7X mark II

2. Tokyo – Akihabara

L’ultimo piano del negozio Super Potato è pieno di cabinati in cui si possono giocare i videogiochi del passato. Qui la luminosità era davvero scarsa.
Specifiche: 1/50 | f/3.2 | ISO 125

recensione canon g7X mark II

3. Tokyo – Akihabara

Le viuzze di Akihabara hanno sempre il loro fascino.
Specifiche: 1/40 | f/4 | ISO 125

4. Tokyo – Akihabara

La ragazza in primo piano cerca di attirare clienti all’interno del Maid Café per cui lavora. Guardate quale profondità di campo incredibile offre questa Canon G7X Mark II: la ragazza e l’auto sono perfettamente a fuoco mentre tutto il resto è dolcemente sfuocato.
Specifiche: 1/100 | f/2.8 | ISO 125

recensione canon g7X mark II

5. Tokyo – Omotesandō

Omotesandō è la via dello shopping di lusso di Tokyo (un po’ come la nostra Via Montenapoleone). Durante il pomeriggio il viale – praticamente infinito – è sempre affollatissimo di persone.
Specifiche: 1/100 | f/2.8 | ISO 200

6. Tokyo – Asakusa

Ho avuto la fortuna di assistere per la prima volta in vita mia al Sanja Matsuri, un festival che ha luogo nel quartiere di Asakusa. In questa occasione decine di persone trasportano sulle proprie spalle un Mikoshi (una altare portato in processione).
Specifiche: 1/320 | f/4 | ISO 125

7. Tokyo – Asakusa

Sempre nel quartiere di Asakusa, mi sono imbattuta in questa scena: diversi uomini che indossano lo yukata (tradizionale abito giapponese) sono scortati da dei ragazzi molto guardinghi e ossequiosi. Chissà cosa stava accadendo laggiù!
Specifiche: 1/250 | f/4 | ISO 125

8. Tokyo – Asakusa

Questa foto mi piace tantissimo. Non vi so spiegare il perché. Mostra un volto di Tokyo, a mio avviso, molto umano.
Specifiche: 1/250 | f/4 | ISO 125

recensione canon g7X mark II

9. Tokyo – Asakusa

Quelli che vedere al di là del fiume Sumida sono i due edifici della sede della Birra Asahi.
L’edificio di 22 piani dorato, sulla sinistra, e sormontato da un impalcatura ricorda un boccale di birra con la schiuma. L’altro invece è interamente ricoperto di granito nero: sul suo tetto campeggia La Fiamme d’Or, un enorme fiamma d’orata, che a me sembra più un corno.
Specifiche: 1/640 | f/4 | ISO 125

10. Tokyo – Asakusa

Ebbene non potevo non andare a bere una birra, proprio in quell’edificio dorato. All’ultimo piano infatti potete sorseggiare la deliziosa birra Asahi direttamente all’Asahi Sky Room.
Specifiche: 1/150 | f/2 | ISO 125

11. Tokyo – Asakusa

Eccola la birra Asahi servita al 22° piano della sede dell’omonima birra.
Specifiche: 1/640 | f/4 | ISO 125

recensione canon g7X mark II

12. Tokyo – Asakusa

E niente, Tokyo dall’alto ha sempre il suo fascino.
Specifiche: 1/50 | f/2.5 | ISO 160

recensione canon g7X mark II

13. Tokyo – Asakusa

Il sole tramonta su Asakusa e io ho finito la mia birra Asahi. Decido quindi di andare al Tokyo Sky Tree a piedi per potermi godere appieno le vie di Tokyo.
È incredibile la qualità di questa macchina, soprattutto se pensate che sia stata scattata senza cavalletto e in automatico.
Specifiche: 1/40 | f/2.8 | ISO 800
recensione canon g7X mark II

14. Tokyo – Tokyo Sky Tree

Ok, tutti gli scatti che vedrete da qui in po saranno in notturna. Qui è stato davvero un peccato non avere un cavalletto per poter sfruttare un tempo di scatto più prolungato. Mi sono dovuta accontentare della modalità automatica. L’effetto non è malvagio anche se il rumore è decisamente visibile.
Specifiche: 1/20 | f/1.8 | ISO 800

recensione canon g7X mark II

15. Tokyo – Tokyo Sky Tree

Di notte, se scattate una foto ai piedi del Tokyo Sky Tree, vi sembrerà di trovarvi sotto il raggio di una navicella spaziale pronta a rapirvi. Questa contrariamente dalle altre è scattata con un cavalletto: il minuscolo e ultracomodo treppiede da tavolo Manfrotto.
Specifiche: 8 sec | f/11 | ISO 125

recensione canon g7X mark II

16. Tokyo – Tokyo Sky Tree

È incredibile come il Tokyo Sky Tree svetti in mezzo ai tipici palazzi che caratterizzano Tokyo. Vederla dal vivo così illuminata è davvero un tonfo al cuore indescrivibile. Vi assicuro, ho raccolto la mascella un paio di volte. Anche qui mi sono fatta aiutare dal treppiede da tavolo Manfrotto.
Specifiche: 2 sec | f/2.8 | ISO 125

recensione canon g7X mark II

17. Tokyo – Shinjuku

Shinjuku è un quartiere enorme che vi farà sentire piccoli-piccoli. Con le sue mille luci, mille volti è uno dei luoghi più frenetici di Tokyo.
Qui non mancano centinaia di ristoranti pronti a riempire il vostro stomaco di cibo e alcol.
Specifiche: 1/40 | f/4 | ISO 800

recensione canon g7X mark II

18. Tokyo – Shinjuku Golden Gai

Il Golden Gai di Shinjuku è un must per tutti coloro che visitano Tokyo. È un consorzio di 6 micro vie piene di locali dai 5 ai 10 posti a sedere. Fa davvero strano girare per queste viette così anguste in cui si possono udire tutte le lingue del mondo. Anche se non avete voglia di bere/mangiare, il mio consiglio è quello di visitare il Golden Gai senza se e senza ma.
Specifiche: 1/30 | f/2 | ISO 125

recensione canon g7X mark II

19. Tokyo – Shibuya

Shibuya è un altro dei quartieri assolutamente da visitare se passare per Tokyo. Eh, insomma, in questa città la fame viene sempre combattuta.
Troverete ristoranti di ogni tipo in ogni dove.
Specifiche: 1/30 | f/3.2 | ISO 125

recensione canon g7X mark II

20. Tokyo – Roppongi

Roppongi è il quartiere della vita notturna internazionale, quello in cui non vi sembrerà nemmeno di stare a Tokyo. Già perché qui il numero di occidentali è davvero considerevole. Quasi in ogni angolo di Roppongi si può veder svettare la Tokyo Tower, uno dei simboli di Tokyo. Anche questa foto è stata scattata in automatico e senza cavalletto.
Specifiche: 1/60 | f/2.8 | ISO 640

recensione canon g7X mark II

21. Tokyo – Roppongi  – Tokyo Tower

Guardate com’è profondo il nero che circonda la Tokyo Tower. Non c’è un minimo di rumore. Niente. Anche questa foto è stata scattata senza l’ausilio di treppiede
Specifiche: 1/33 | f/1.7 | ISO 200

22. Tokyo – Roppongi

Questo è lo scatto che più di tutti mi ha fatto capire quanto questa Canon G7X Mark II sia meritevole. Improvvisamente ero dentro a una delle scene del film Lost in Translation, a bordo di un taxi mentre guardavo fuori ammaliata le luci di Tokyo.
Poi ho preso la macchina e ho deciso di immortalare le mani dell’autista. Metto a fuoco, scatto, convinta che il risultato non sarebbe stato nulla di che. E invece: guardate che roba.
Specifiche: 1/80 | f/2.8 | ISO 800

23. Tokyo – Tokyo Disneyland

Da brava Princess adulta, non mi sono fatta sfuggire un giro a Tokyo Disneyland in notturna. Sono arrivata giusto in tempo per vedere la bellissima sfilata dei carri che avviene ogni sera dopo le 19.00 Buio totale, solo luci al LED. Giuro, ho cercato di rimanere il più ferma possibile. Il risultato devo dire che è stato ottimo.
Specifiche: 1/40 | f/2.8 | ISO 800

recensione canon g7X mark II

Canon G7X Mark II: i video

Ovviamente l’ho testata in modo approfondito anche per i video, perché vi svelo un segreto: trovare uno strumento ottimo e versatile per fare vlog non è così facile.

Innanzitutto il touch screen orientabile di 180° gradi permette di verificare in tempo reale l’inquadratura. Questo fa si che quando dovete riprendervi da soli, saprete se sta andando tutto secondo i piani.

Oltretutto i video sono incredibilmente stabili anche con lo zoom alla massima estensione, grazie allo stabilizzatore ottico Advanced Dynamic IS su 5 assi, in grado di compensare le vibrazioni. Guardare per credere.

Solitamente mi piace fare video a 25 FPS nonostante la camera possa raggiungere un frame rate massimo di 60 fotogrammi per secondo.

La qualità dell’immagina è ottima così come lo sfuocato. I due veri difetti che ho riscontrato utilizzandola in modalità video sono la velocità del fuoco e uno strano (ma leggerissimo) rumore che emette la macchina proprio quando cerca di mettere a fuoco.

Ogni volta prima di riprendermi, devo toccare il touch screen in corrispondenza del mio viso e – nonostante il face tracking – ci mette qualche secondo prima di trovare il fuoco. Detto questo, sappiate che dovrete portare un po’ di pazienza.

Per quanto riguarda lo “strano rumore” in fase di messa a fuoco: me ne sono accorta durante l’editing. Il rumore – che è davvero liete – si può coprire tranquillamente con la musica, ma sicuramente è un po’ fastidioso.

Qui di seguito potete trovare due esempi di video di esempio registrati con Canon G7X Mark II.

Concludendo la recensione, Canon G7X Mark II è un prodotto strabiliante se considerate anche le dimensioni davvero ridotte. Vi permette di scattare foto bellissime anche senza cavalletto e senza sapere praticamente su come si imposta una macchina fotografica.
I video sono ottimi anche se dovrete convivere con una messa a fuoco lenta e ogni tanto frustrante.

Canon G7X Mark II si è rivelato essere anche un’ottimo strumento per blogger e youtuber che hanno bisogno di un prodotto compatto e di qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

16 + 9 =