100 milioni di clienti in Europa, 30 milioni di Euro investiti ogni giorno nella ricerca e migliaia di televisori sparsi per tutto il continente, basti considerare che quest’estate 1 famiglia su 3 ha seguito i grandi eventi sportivi su un televisore marchiato Samsung. È iniziata proprio così, con i televisori, la conferenza stampa del colosso coreano ad IFA 2016, la fiera dedicata all’elettronica più grande d’Europa che ha aperto ufficialmente le porte il 2 settembre.

Sul palco, a raccontare il futuro delle TV, c’è Michael Zoeller. Un discorso, quello dell’European Head of Visual Display, incentrato sul quantum dot, la tecnologia su cui Samsung ha deciso di basare ben 19 modelli diversi di televisori. Più luminosi, più efficienti, più economici e soprattutto più stabili e duraturi, questi quantum dots sono al centro della strategia di Samsung per il futuro, quanto meno per quanto riguarda la produzione di TV e display.

TechPrincess_IFA2016_Samsung_CF791_monitor

A testimoniarlo sono i nuovo monitor curvi CF791, da 34 pollici, e CF790, la versione dedicata al gaming e presentata proprio ad IFA dalla multinazionale coreana. Il prodotto non solo sfrutta i quantum dots, ma presenta specifiche di tutto rispetto tra cui un tempo di risposta di 1 ms e una frequenza di aggiornamento di 144 Hz. 

Samsung Curved Monitor CF790, che vanta la straordinaria curvatura di 1800R e una nuova interfaccia OSD pensata per essere tanto intuitiva quanto completa, dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine dell’anno in due varianti, da 24 e da 27 pollici.

Samsung però non si limita a costruire l’hardware ma cura anche l’esperienza di ogni singolo consumatore. Come? Con la sua Smart TV e il costante impegno nel creare una UI semplice ed intuitiva aggiungendo contenuti sempre nuovi, contenuti che nascondo dalle partnership con alcuni dei colossi dell’intrattenimento. Tra questi anche Netflix, che proprio sul palco della conferenza Samsung ha annunciato l’arrivo di contenuti dedicati proprio ai televisori SUHD con tecnologia Quantum Dot.

Spazio poi anche al settore audio con la soundbar HW-K950 dotata di tecnologia Dolby Atmos. Con la sua configurazione a 5.1.4 canali e i 15 speaker di cui è dotata (inclusi nell’altoparlante principale, in quelli posteriori e nel subwoofer), questa soundbar riesce a proiettare il suono sia orizzontalmente che verticalmente per garantire un’esperienza coinvolgente e quasi cinematografica. 

TechPrincess_IFA2016_Samsung_DolbyAtmos_Soundbar

Novità poi anche per quanto riguarda la lavatrice AddWash. L’originale soluzione di Samsung si triplica con l’introduzione della versione Combo, ossia una lavasciuga che vanta 8 kg di capacità durante il lavaggio e 6 kg durante l’asciugatura, e della versione Slim, che, con una profondità di soli 45 cm, sembra essere perfetta per tutti coloro che hanno appartamenti non eccessivamente grandi e poco spazio a disposizione.

Cambiamenti in arrivò anche per il frigorifero Family Hub che dovrebbe arrivare tra qualche mese in Italia in due versioni: ad anta singola e a doppia anta. Tra le novità spicca la partnership con Eataly, cosa che vi permetterà di fare facilmente la spesa scegliendo i migliori prodotti che il mercato italiano ha da offrire. Il Family Hub, che grazie al suo display da 21,5 pollici punta a diventare il centro della vostra casa e della vostra famiglia, permetterà anche di consultare ricette sia del Club des Chefs di Samsung sia dei numerosi partner internazionali, ma anche di effetturare il mirroring della TV, ascoltare musica, monitorare le scadenze degli alimenti e utilizzare le fotocamere interne del frigorifero per decidere cosa acquistare senza doverlo aprire.

TechPrincess_IFA2016_Samsung_FamilyHub

Infine il colosso coreano ha annunciato l’arrivo del nuovo Samsung Gear S3, nuova versione dello smartwatch basato sul sistema operativo Tizen. Questa volta però Samsung Gear si presenta in due versioni: Classic e Frontier. I due modelli condividono però molte caratteristiche, tra le quali troviamo il quadrante circolare con ghiera girevole e due tasti fisici, il display Super AMOLED da 1,3 pollici, il processore dual core da 1,0 GHz e la RAM da 768 MB. A distinguerli c’è la connettività 3G ed LTE, presente esclusivamente sulla versione Frontier, e il peso, di 57 grammi per il modello Classic e di 62 grammi per il fratello maggiore.

Rispetto alla versione dello scorso anno sono presenti alcune significative migliorie che includono un nuovo display Always On a colori, così vedrete la vostra watch face anche a schermo oscurato, e la possibilità di rispondere o rifiutare chiamate usando la ghiera. Il prezzo? Al momento non è ancora stato annunciato ma niente paura, considerando che lo smartwatch dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine dell’anno non dovremo attendere molto per saperlo.

Voi cosa ne pensate di tutte queste novità? Quale vi incuriosisce di più?