Che il mobile sia uno dei settori più forti dell’attuale mercato tecnologico è cosa ormai assodata. A dimostrarlo non è solo la prolifica produzione di smartphone ma soprattutto il tentativo di ogni singola azienda di creare qualcosa che possa facilitare la nostra vita, e il nostro lavoro, proprio considerando la capillare diffusione dei dispositivi portatili.

Tra queste troviamo anche Wacom che quest’anno ad IFA si è presentata con tre nuovi stilo: Bamboo Omni, Solo e Duo. A raccontarmi le funzionalità di queste nuove penne è stato Rick Peterson, Director of Consumer Products di Wacom: “I tre nuovi stilo sono stati progettati per tutti coloro che vogliono prendere appunti in modo facile e veloce. Non hanno bisogno di essere appaiati al dispositivo e funzionano con iOS, Android e Windows. Il loro punto di forza è l’immediatezza“.

TechPrincess_IFA2016_Wacom_BambooSolo

Mentre Bamboo Solo e Bamboo Duo sono pensati per garantire un’interazione veloce e confortevole con il device, complice anche la robusta punta in fibra di carbonio, Bamboo Omni si distingue invece per la sua precisione. Grazie alla punta sottile (parliamo di 1,9 mm) e alla tecnologia RES (Reflective Electro-Static) è possibile prendere appunti e disegnare in totale naturalezza. Omni, che vanta un design ergonomico triangolare, si affida ad una batteria interna, ricaricabile tramite porta micro USB e progettata per garantire circa 8 ore di autonomia.

I prezzi? 19,90 Euro per Bamboo Solo, 29,90 Euro per Bamboo Duo e 49,90 Euro per Bamboo Omni.

Fortunatamente Wacom ha pensato anche a chi, come me, adora ancora prendere appunti sui classici fogli di carta. Per gli amanti della tradizione ci sono infatti Bamboo Slate e Bamboo Folio. “I nuovi smartpad – mi spiega Rick – sfruttano la tecnologia EMR (Electro-Magnetic Resonance) per trasportare ciò che scrivete sul foglio, appoggiato sopra la tavoletta, in un file digitale. Il mio preferito è Bamboo Folio, sia per il look professionale sia perché è dotato di una cover che ospita e protegge i miei documenti. Inoltre funziona con qualsiasi tipo di carta, potrei persino disegnare su un tovagliolo“.

Insomma, Folio vi garantisce tutta la comodità di carta e penna con la possibilità di digitalizzare i vostri appunti, appunti che potete trasferire immediatamente su smartphone, grazie all’app Wacom Inkspace, per poi modificarli a vostro piacimento o caricarli su programmi di terze parti come OneNote, Dropbox ed Evernote. Non avete a disposizione il telefono? Niente paura, lo smartpad di Wacom memorizza fino a 100 pagine, così potete portarlo con voi durante le riunioni, scrivere tutto il necessario e poi spostare il contenuto una volta terminato il meeting.

Bamboo Slate invece è privo della cover protettiva che caratterizza Folio, ma si presenta in due versioni: uno piccolo, che corrisponde ad un foglio A5 ed è pensato per chi non ha bisogno di molto spazio, e uno più grande, capace di ospitare normali fogli A4 e dedicato soprattutto ai più creativi.

Per quanto riguarda i costi si parla di 129,90 Euro per il modello A5 di Bamboo Slate, 149,90 Euro per il fratello maggiore e 199,90 Euro per Bamboo Folio.

A questo punto faccio notare a Rick che, girando per il loro stand, non ho visto nessuna classica tavoletta, ma solo prodotti collegati al mondo mobile o grandi display interattivi: “Continueremo a sviluppare le tavolette e i prodotti per cui siamo diventati famosi – mi spiega il Director of Consumer Products di Wacom – ma vogliamo entrare anche i nuovi mercati, conquistare i normali consumatori, coloro che non sono prettamente artisti professionisti, ma che hanno comunque bisogno dei giusti strumenti per dare forma alle loro idee“.