Vi alzate, portate fuori il cane, fate colazione, vi vestite e poi varcate la soglia di casa. Quello che accadrà, da quel momento in poi, durante la vostra giornata lo potete facilmente prevedere. Cosa succede invece a casa, con il vostro amico a quattro zampe rimasto completamente solo?

A questa domanda avrebbe dovuto rispondere Pets – Vita da animali, il nuovo film di animazione dalle Illuminations Entertainment, la casa di produzione cinematografica fondata da Chris Meledandri nel 2007 e autrice di indemendicabili lungometraggi animati come Cattivissimo Me e Minions.

Sfortunatamente la promessa di Chris Renaud e Yarrow Cheney, registi della pellicola, si esaurisce in una manciata di minuti, minuti che ci mostrano gatti intenti a saccheggiare il frigorifero, cani appassionati di heavy metal e uccellini che provano a confrontarsi con velocissimi caccia militari.  Da qui in poi il film vira decisamente verso un’avventura tanto classica quando prevedibile con il piccolo protagonista, Max, che si trova improvvisamente a dividere la sua casa e la sua amata padrona con Duke, un enorme cane peloso. La rivalità tra i due trovatelli li metterà seriamente in pericolo, portandoli lontani da casa e obbligandoli a fuggire da una schiera di bestie arrabbiate capitanate da un folle coniglietto bianco.

techprincess_pets_vitadaanimali_trama

A dare fortunatamente un po’ di varietà ci pensano gli animali domestici che vivono nel medesimo quartiere di Max. L’eterogeneità del gruppo, insieme alla capacità degli sceneggiatori di sfruttare ogni affratto di New York – dalle fogne ai palazzi, dagli appartamenti alle rinnovate case di Brooklyn – permette infatti al film di guadagnare spessore e apre le porte ad una varietà impressionante di gag, gag che si susseguono senza lasciare allo spettatore il tempo di respirare.

Pets – Vita da animali risulta così un concentrato di scene esilaranti, capace di divertire tanto i bambini quanto gli adulti, ma purtroppo un po’ carente dal punto di vista narrativo. La trama del film di per sé non sorprende e soffre la mancanza di momenti più intimi, profondi e educativi, cosa che alla fine della pellicola vi lascerà un po’ con l’amaro in bocca.

techprincess_pets_vitadaanimali_recensione

Nel complesso comunque il lungometraggio di Chris Renaud è sicuramente degno di esser visto, sia per la comicità e le citazioni cinematografiche di cui è pregno sia per la qualità dell’animazione, perfetta e fluida seppur identica a quella vista nei film precedenti. Ottima infine la versione 3D, che sfrutta la tecnologia RealD per regalarci qualche emozione in più, compreso qualche momento di piacevole terrore una volta messi di fronte a temibili coccodrilli e a velenosissimi serpenti.

Insomma, la Illumination Entertainment ha provato a replicare il grande successo di Cattivissimo Me, ma l’ha fatto senza rischiare, senza cercare di cambiare ed evolversi, senza sfruttare il potenziale di dolcezza ed empatia che un film sugli animali domestici avrebbe potuto portare con sé.

Pets – Vita da animali uscirà il 6 ottobre nelle sale cinematografiche italiane.