Nato a Venezia nel 1927, Romano Scarpa si rivelò fin da bambino un vero appassionato del mondo del fumetto e dell’animazione, ma soprattutto del mondo Disney e delle storie di Mickey Mouse disegnate dal grande Floyd Gottfredson.

Nasce e si sviluppa così la passione del più grande artista Disney italiano, passione che lo porterà, nei primi anni ’50, a collaborare con Topolino fino a diventarne sceneggiatore e disegnatore di punta.

TechPrincess_WOWSpazioFumetto_RomanoScarpa

È a lui che WOW Spazio Fumetto a deciso quindi di dedicare la mostra Dall’unghia di Kalì all’ultimo Balabù, richiamo a due delle sue storie più amate.

L’esposizione aprirà le porte il 16 gennaio e rimarrà aperta fino al 13 marzo. Qui, grazie alla collaborazione con Marco Castelletta, il più grande collezionista delle opere di Scarpe, e al contributo dell’archivio della Fondazione Franco Fossati, sarà possibile ammirare non solo 150 tavole originali ma anche tantissimi story board a matita, pagine tratte dalle sceneggiature originali, illustrazioni e copertine che hanno segnato la storia di Topolino.

Non mancano poi alcune tavole legate alle storie disegnate dall’artista per le pubblicazioni Disney all’estero, oltre ad un rodovetro originale per la cosiddetta Camminata Disney, un corto animato realizzato come sigla per il Topolino Show, andato in onda nel 1982 su Rete 4.

A disposizione di coloro che vogliono leggere le storie per intere c’è poi una piccolo fumettoteca con albi completi da consultare, mentre chi vuole scoprire i segreti e la storia di 25 personaggi ed oggetti creati da Scarpa può consultare l’installazione multimediale realizzata da GlobalMedia.

L’appuntamento quindi è a partire da sabato 16 gennaio presso WOW Spazio Fumetto, situato in Viale Campania, 12 a Milano.

TechPrincess_WOWSpazioFumetto_mostra_RomanoScarpa_manifesto