Italian Film Commisions e AESVI hanno firmato una collaborazione volta ad offrire maggiore visibilità ed opportunità al’industria italiana del videogioco e a favorire, al contempo, la promozione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico del Paese.

Il settore dei videogiochi, d’altronde, rappresenta oggi uno sei segmenti in più rapida espansione, a fianco a quelli dell’entertainment e del software. Nel 2015, infatti, il settore ha realizzato in Italia un giro d’affari di quasi 1 miliardo di euro e ha registrato un trend di crescita del 6,9% rispetto al 2014. Sempre lo scorso anno il media videoludico ha intrattenuto il 49,7% degli italiani di età superiore ai 14 anni, con una distribuzione paritaria tra pubblico maschile e femminile.

I prodotti videoludici italiani sono stati esportati in tutto il mondo: il 98% degli sviluppatori italiani distribuisce in Europa, il 91% in Nord America, il 71% in Sud America e il 65% in Asia/Pacifico.

TechPrincess_Videogame

Nell’ambito del protocollo, saranno offerte forme di supporto agli operatori del settore videoludico italiani che si tradurranno sia nella disponibilità di strumenti e spazi operativi che di consulenze specializzate. La collaborazione si attuerà anche mediante eventi, con l’obiettivo di diffondere la corretta conoscenza della rilevanza del settore dei videogiochi e delle specifiche potenzialità in termini di imprenditorialità, formazione, lavoro e attrazione di investimenti esteri. Infine, nota più importante, la partnership mira a realizzare un programma di informazione e sensibilizzazione dei soggetti pubblici e privati anche sulle opportunità connesse allo sviluppo di videogiochi e applicazioni interattive per finalità di comunicazione, di formazione e di marketing.

A inaugurare questa collaborazione è l’Italian Videogame Program (IVIPRO), ideato e curato da Andrea Dresseno, che mira a mappare in chiave videoludica il territorio e il patrimonio artistico, architettonico e storico italiano. I risultati confluiranno in un database legato alle banche dati delle singole Film Commission. La seconda iniziativa è, invece, un finanziamento per la realizzazione di un videogioco sull’attuale tema del dissesto idrogeologico. L’occasione è offerta dal cinquantesimo anniversario dell’alluvione di Firenze, di cui si celebra quest’anno la ricorrenza.