Da un sondaggio pubblicato da idealo.it  in occasione dell’evento “Hello Again“, i gusti e le preferenze degli acquirenti di prodotti Apple sono cambiati nel tempo. Vi mostriamo come: se il keynote si concentra sui nuovi MacBook, calano le vendite di iPhone e iPad del 19% nel trimestre appena concluso.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità dalla conferenza Apple dedicata ai MacBook

Solo nel 2010, iPod era uno fra i primi prodotti acquistati online, con una domanda intorno al 39% contro il 34% dell’iPhone, lanciato nel 2007. In seguito, gli smartphone di ultima generazione e l’ascesa dei servizi streaming di musica hanno portato al declino dei lettori MP3 e della mania per l’iPod. L’iPhone è così diventato la punta di diamante della Apple che ha appena lanciato il nuovo iPhone 7 e 7 Plus due settimane fa.

La spettacolare ascesa dell’iPhone fu interrotta brevemente solo da un altro membro della famiglia Apple, l‘iPad. Nel frattempo, l’iPad Air 2 è riuscito a strappare il titolo di best seller nella categoria, mentre la quota di acquisto per i Macbook è più stabile, intorno al 15%, con i MacBook Pro tra i preferiti per gli acquisti on-line.

Secondo le statistiche sulle intenzioni d’acquisto emerge che gli iPhone 5s e iPhone 6s siano i modelli più richiesti nell’ultimo anno – seguiti da iPhone 6 (17%).

Apple iPhone: modelli più venduti

Interessanti anche le preferenze dei colori: con l’iPhone 7, Apple ripropone accanto al classico Nero Opaco una variante lucida, Jet Black. Il come-back del Nero è stata una mossa vincente: oltre tre quarti degli eShopper optano per un iPhone Nero classico (56%) o per il Nero Lucido (22%). In rapporto all’iPhone 6s, l’interesse all’acquisto di modelli nelle varianti di colore Argento, Rosa e Gold è modesto.

Iphone 7: colori preferiti

A parte le novità più vistose legate al lancio dell’iPhone 7 (il ritorno del nero e l’eliminazione della classica uscita audio), il nuovo device è stato criticato per le capacità di memoria, portando alla decisione di eliminare le versioni da 16 GB e 64 GB. L’addio ai due popolari tagli ha promosso il modello da 32 GB a nuovo favorito. A seguire: la versione da 128 GB (44%), mentre la domanda del nuovo taglio da 256 GB risulta ancora molto bassa (5%).

iPhone: i tagli di memoria preferiti

Nel 2012 si sarebbe invece verificato il picco d’interesse per l’iPad, con performance superiori anche a quelle dell’iPhone. Il lancio del primo iPad mini nel 2012 fu amplificato dal rimbalzo natalizio delle vendite nel settore dell’elettronica di consumo. Da allora le vendite degli iPad hanno registrato un calo costante. Presentato nel 2014, l’iPad Air 2 è diventato l’articolo più quotato della serie raggiungendo il 42% della domanda.

iPad: modelli a confronto

Da sottolineare le performance della linea Pro, su cui la società sembra puntare con forza: iPad Pro sta riscuotendo il 25% della domanda complessiva di tablet Apple.

Per quanto riguarda le vendite dei Mac, è possibile osservare una spiccata stabilità negli acquisti on-line. La quota percentuale della domanda è più o meno costante: una media del 15%, con un leggero calo negli ultimi mesi. All’interno della linea MacBook, le performance migliori sono da attribuire al MackBook Pro.

MacBook Pro, portatile Apple più venduto