Innovazione, fiducia, eleganza, realizzazione, questi sono alcuni dei temi chiave di BMW Group, azienda che con fierezza oggi festeggia il suo centenario, con il motto “The Next 100 Years“. Ma vediamo insieme i passi salienti di un team così di successo.

BMW Group nasce nel 1916, a Monaco di Baviera, e fin dai primi anni di attività si distingue per la sua attenzione all’innovazione e al progresso, divenendo in poco tempo un’impresa di successo. Una delle prime pietre miliari fu presentata nel 1923, la BMW R 32, prima motocicletta ad avere non solo l’emblematico logo bianco e blu in evidenza, ma anche un progetto altamente tecnologico che la mise in rilievo rispetto alla concorrenza del periodo. Questo non definì solo lo stile della futura produzione motociclistica di BMW, ma esercitò una forte influenza su tutto il settore.

Nel 1936 viene presentata, sul Nürburgring, la BMW 328, specchio limpido dei suoi parametri costruttivi: applicazione coerente dell’ingegneria dei materiali leggeri, ripartizione ideale dei pesi, andamento aerodinamico delle linee, motorizzazioni ottimali e una tenuta di strada perfetta, ottenuta dalla taratura di precisione dell’assetto. Già all’epoca la BMW 328 rinchiudeva in sé quelle caratteristiche che contraddistinguono ancora oggi il brand tedesco: dinamismo, estetica e innovazione.

TechPrincess_BMW_TheNext100Years

Gli anni ’60 e ’70 non furono, però, da meno e, dopo la crisi del dopoguerra, riportano in auge i valori dell’azienda: si ricordano, infatti, di quegli anni la “Neue Klasse 1500“, che creò il segmento della berlina sportiva, e la R 80 G/S, la prima e unica moto fuoristrada di grossa cilindrata che offriva anche le caratteristiche di guida di una motocicletta stradale, creando le basi di una delle categorie motociclistiche attualmente più popolari, l’enduro da viaggio.

Nel 1999, al Detroit Motor Show, debutta la BMW X5, con seduta leggermente rialzata e trazione integrale. In quegli anni viene anche inaugurato il FIZ, centro che chiama a raccolta tutti i reparti dell’azienda. Nel FIZ gli ingegneri, organizzati in moderni “team di progetto di sviluppo”, sono in grado di comunicare con maggiore efficienza e di discutere eventuali problemi direttamente davanti al primo prototipo e di rivedere con i designer le bozze minuto per minuto. Dal punto di vista tecnico, nel 2001 e nel 2003, l’azienda ha ripristinato il successo dei brand britannici MINI e Rolls-Royce.

Ed arriviamo ai giorni nostri, al 2013, quando BMW Group lancia la serie “Born Electric” con la BMW i3 ad azionamento esclusivamente elettrico.  L’architettura della BMW i3, con un abitacolo in leggero carbonio e il sottostante chassis in alluminio, è stata sviluppata completamente ex novo, così da soddisfare le richieste particolari della mobilità elettrica.

Ma questi traguardi non sarebbero mai stati raggiunti senza un team di impiegati, ingegneri, designer e dipendenti attivo ed efficiente: basti pensare che l’azienda ha in tutto il mondo oltre 122.000 addetti in 140 siti.

Per celebrare tale successo, BMW ha deciso di organizzare, il 7 marzo (giorno del centenario), un evento inaugurale all’Olympiahalle di Monaco di Baviera, in compagnia della stampa e dei media. Una rappresentazione multimediale ha accompagnato gli ospiti attraverso i momenti più significativi della storia dell’azienda, fino alle varie interpretazioni della mobilità premium di domani, culminando nella première della vettura visionaria del core-brand BMW: la BMW VISION NEXT 100. Progettato con stoffe riciclate e materie rinnovabili, il nuovo progetto presenta tutti i componenti in carbonio visibili e invisibili. In seguito all’evento, l’azienda ha dato il via ad un tour che porterà la tecnologica vettura in Cina, Stati Uniti ed Inghilterra. L’anteprima asiatica avrà luogo a Pechino, dal 5 al 15 maggio. La tappa successiva sarà Londra, dal 16 al 26 giugno, dove verranno presentate le vetture visionarie di BMW Group dei brand MINI e Rolls-Royce, entrambi di casa in Gran Bretagna. Ed ultima tappa a Los Angeles, dall’11 al 16 ottobre. 

TechPrincess_BMW_VisionNext100

Parallelamente alle esposizioni itineranti, BMW Group inviterà selezionati target-group a partecipare a dialoghi tra stakeholder. L’obiettivo è di favorire soprattutto lo scambio d’idee tra rappresentanti esterni dei settori più vari ed esperti e talenti dell’azienda. Insieme, discuteranno e delineeranno temi attinenti alla mobilità del futuro.

L’azienda è cresciuta continuamente e, in parte, si è completamente reinventata” dichiara  Harald Krüger, Presidente del Board di BMW AG “Questo sarà così anche in futuro“. Ed è questo il leitmotiv di tutta l’azienda, una compagnia capace di rendersi sempre attuale, dinamica, competitiva, in poche parole: vincente.