In tutto il mondo si registra un vero e proprio boom nel mercato dei droni, tanto che la rivista americana Forbes ha recentemente stimato che solo negli Stati Uniti verranno venduti un milione di droni in occasione del prossimo Natale.

LEGGI ANCHE: L’invasione dei droni: tra consegne a domicilio e riprese mozzafiato

In linea con questo fenomeno Simone Russo, già apprezzato per la sua prima start up ImmoDrone, ha lanciato Dronersclub, la piattaforma dedicata al mondo dei droni, un punto di riferimento in Europa per i piloti professionisti e tutti gli appassionati di velivoli a pilotaggio remoto.

Il sito, che crescendo al ritmo di cento piloti iscritti alla settimana, nasce con l’intento di far incontrare la domanda e l’offerta, il business e i privati, chi deve vendere o prenotare un servizio con i droni, in completa trasparenza, qualunque sia il budget a disposizione.

TechPrincess_Dronersclub_SimoneRusso

Dronersclub si propone come un sito ricco di contenuti dove, oltre a mettersi in contatto con i professionisti del settore, è possibile scambiare informazioni, acquistare droni e accessori professionali, rimanere informati sulle novità e sulla legislazione che regola i velivoli a pilotaggio remoto e disciplina il loro utilizzo, e ancora sottoscrivere assicurazioni a prezzi vantaggiosi e ottenere dettagli sui corsi per conseguire la licenza di volo dall’Enac.

Grazie ai suoi propositi, Dronersclub è l’unico del suo genere ad aver già raccolto l’approvazione di partner d’alto livello come DJI, Samsung e le assicurazioni Lloyds.

“Abbiamo deciso di investire sui droni perché  è un mercato in fortissima espansione. – racconta Simone Russo – Stando alle stime dell’Unione Europea raggiungerà i 15miliardi di euro entro i prossimi dieci anni cifra, 130miliardi di dollari a livello mondiale. Ad oggi, oltre 1.200 Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR) volano nel nostro paese, nel rispetto del Regolamento emesso dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), per un totale di circa 600 piccole aziende specializzate nella produzione di questi velivoli”