Sbagliando s’impara, o almeno è quello che Facebook sembra voler fare. Dopo aver lanciato qualche tempo fa l’app stand-alone Rooms, il colosso di Mark Zuckerberg sembra aver deciso di integrare questa funzione all’interno del già diffusissimo Messenger. 

A testare questa funzione, che permette di avere conversazioni pubbliche su un tema specifico in un mix particolare tra chat e forum, sono per ora gli utenti di Australia e Canada, utenti che hanno la possibilità sia di creare “stanze” aperte a tutti, compresi coloro che non rientrano nella cerchia dei propri amici, sia di renderle private, con un amministratore in grado di decidere se far accedere un utente.

Non ci resta che attendere l’esito dei test per scoprire se questa funzione sia destinata a sbarcare anche nel resto del mondo. Voi cosa ne pensate? La usereste?