Siamo volate fino a Monaco di Baviera – sfidando le intemperie – solo per provare in anteprima Honor 5x, il nuovo smartphone del colosso cinese. Di quale colosso sto parlando? Ovviamente di Huawei, brand cinese in forte espansione che in pochi anni è riuscito a far tremare tutta la concorrenza occidentale e non.

Il brand Honor è stato pensato per un pubblico giovane e dinamico che desidera avere elevate prestazioni pur non spendendo molto. Proprio in quest’ottica, il nuovo Honor 5x viene venduto esclusivamente online abbattendo così i costi di distribuzione. Se invece desiderate toccare con mano il prodotto prima di elargire del denaro, potete farlo da Unieuro con i quali Honor ha siglato un accordo come unico rivenditore retail per l’Italia.

Nella suggestiva cornice post industriale del Mixed Munich Arts abbiamo avuto modo di apprezzare – solo parzialmente – le caratteristiche e le funzionalità di Honor 5x. La struttura posteriore in metallo spazzolato di questo smartphone crea un ottimo feeling al tatto e al contempo ne eleva il design. Disponibile in 3 colorazioni differenti – oro, argento e grigio – Honor 5x aggredisce il mercato con un prezzo alquanto competitivo, in Italia, fissato a 249,00 euro.

Il marchio Honor ha un vero grande punto di forza: lo sfruttamento del reparto di ricerca e sviluppo di Huawei ma anche la possibilità – giocando su grandi numeri – di avere componenti a basso prezzo. Questo fa sì che il prezzo sia contenuto nonostante la tecnologia racchiusa all’interno di Honor 5x sia da considerarsi di fascia medio-alta.

Il tocco magico

Grazie a un semplice tocco, Honor 5x, promette veri miracoli: le nostre impronte digitali, infatti, fungeranno da lascia passare e non solo. Il sensore per le impronte digitali – lo abbiamo sperimentato personalmente – funziona perfettamente anche con i polpastrelli non esattamente puliti. Per intenderci: telefoni top di gamma, oggi presenti sul mercato, non permettono di sbloccare il telefono con le dita anche soltanto umide.
Inoltre ogni dito potrà essere associato a una diversa funzione; potrete quindi avviare applicazioni, chiamare contatti della rubrica, scattare foto e tanto altro ancora.

TechPrincess_Honor5x_handson_retro_compressed

Una fotocamera da sogno (da leggere come lo direbbe Crozza-Briatore)

La fotocamera di Honor 5x si fa assolutamente valere se paragonata ai suoi concorrenti top di gamma. La fotocamera posteriore da 13MP con apertura F2.0 e lente grandangolare da 28mm, è in grado di restituire immagini nitide senza saturare troppo i colori. Inoltre, in condizioni di scarsa luminosità, le immagini che avrete catturato avranno un rumore ridottissimo.
La fotocamera anteriore – da 5MP con angolo di visione a 88 gradi – è perfetta per i selfie (sempre che voi ne siate degli amanti).

Per eterni indecisi (o esigenti)

Honor 5x è in grado di alloggiare – nonostante le dimensioni ridotte – 2 sim (una nano e una micro) e l’inserimento può avvenire senza necessità di spegnere il device. In questo modo potrete avere due operatori differenti oppure potrete utilizzare una sim italiana e una internazionale quando vi trovate all’estero.

Capacità limitata ma espandibile 

La memoria interna di Honor 5x è di soli 16 GB (assolutamente insufficienti se consideriamo il modo in cui utilizziamo lo spazio di archiviazione al giorno d’oggi).
Non temete perché  sul lato destro del device,  lo slot che contiene l’alloggiamento della sim nano contiene anche l’alloggiamento per micro SD con capacità fino a 128 GB.

Honor 5x, per quel che abbiamo potuto vedere, sembra essere lo smartphone perfetto per chi voglia avere prestazioni elevate a un prezzo contenuto. Probabilmente per i più esigenti – che desiderano avere un device strutturato per lavorare e per essere personalizzato – questo non è il prodotto più adatto.