Horus Technology è una startup tutta italiana che ha deciso di coniugare robotica, health tech e realtà aumentata per creare prodotti dedicati agli ipovedenti e ai non vedenti. 

Dopo essere cresciuta del 400% nel corso del 2015 grazie ad importanti riconoscimenti internazionali, tra i quali quelli provenienti dall’Unicredit Starlab e dall’IBM Smartcamp, e ad una campagna di crowdfunding sulla piattaforma di TIM WCAP, l’azienda ha deciso di puntare sull’americana 5Lion Holdings che ha recentemente deciso di investire 900 mila dollari.

Una cifra considerevole che Horus Technology ha deciso di dedicare quasi interamente alla ricerca e sviluppo nel tentativo di creare un dispositivo wearable in grado di elaborare le informazioni catturate dai sensori per trasmetterla sotto forma di stimoli uditivi utilizzando la conduzione ossea. 

Il prodotto, su cui al momento siamo ancora poco, arriverà nell’autunno del 2016.

Questo investimento ci permetterà di arrivare al prodotto finito e pronto per la commercializzazione entro fine 2016 e di finanziare la nostra crescita favorendo anche la creazione di nuovi posti di lavoro”, ha dichiarato Luca Nardelli, CTO di Horus Technology.

Non vediamo l’ora di vedere questo assistente personale in azione!