Change the way you see the world: guardare il mondo che ci circonda con occhi nuovi. Questo l’invito lanciato da Huawei per raccontare la realtà in ogni scatto fotografico secondo la propria sensibilità e il proprio stile, attraverso la dual camera dei nuovi P9 e P9 Plus, con cui Huawei sta reinventando la fotografia da smartphone.

Questi device, i primi nati dalla collaborazione tra Huawei e Leica, icona della fotografia professionale, si caratterizzano per la doppia fotocamera che eleva gli standard tecnologici della fotografia da mobile, regalando immagini più luminose e nitide, dai colori brillanti o dal bianco e nero impeccabile.

La fotografia è da sempre anche l’essenza di Vogue Italia che da 50 anni registra attraverso le immagini le evoluzioni e le rivoluzioni del costume e dei cambiamenti socio-culturali della nostra società. In occasione del Photo Vogue Festival, la prima manifestazione internazionale interamente dedicata alla fotografia di moda che si tiene a Base Milano (22 – 26 novembre 2016), le persone hanno potuto esprimere il proprio talento postando su Instagram i loro scatti con l’hashtag #huaweiPVF ed essere fra i protagonisti di questo grande evento.

Huawei da sempre supporta la creatività delle persone attraverso la tecnologia, ispirandosi alla filosofia del “Make it Possible”, del rendere possibili desideri e aspirazioni. La fotografia è una passione che, grazie alla diffusione degli smartphone, coinvolge un numero sempre maggiore di persone e Huawei vuole premiare chi si dedica a questa attività.

In ogni scatto c’è dietro una storia da raccontare, basta saperla cogliere e grazie a Huawei P9 e P9 Plus chiunque può essere in grado con uno smartphone di realizzare fotografie di alta qualità esprimendo al meglio la propria creatività – ha dichiarato Lindoro Ettore Patriarca, Direttore Marketing Huawei Consumer Business Group. – Le persone, che scattano ogni giorno migliaia di foto da condividere sui social network, vogliono raccontare le esperienze che vivono, un mondo di emozioni e sensazioni di quello che li circonda. Questo ha creato nuove esigenze nella fotografia, anche da mobile: la possibilità di cogliere, attraverso le immagini, il proprio modo di vedere il mondo che ci appartiene e condividerne il messaggio che vi è custodito”.