Nessun ostacolo è troppo grande, se si è animati dalla passione. Ne è un esempio Hayao Miyazaki, celebre animatore giapponese e regista di lungometraggi come Il mio vicino Totoro, La città incantata e Il castello errante di Howl. Dopo tre anni di ritiro dalle scene, Miyazaki ha infatti deciso di tornare al lavoro per un ultimo progetto.

Non è la prima volta che desidera uscire dallo status di “pensionato” per dedicarsi ai suoi progetti; già nel 2013 si era occupato del corto Kemushi no Boro (o Boro il Bruco) in computer graphic per il Ghibli Museum, ed ora ne vuole estenderne la durata per farne un film.

Miyazaki ha lavorato per circa vent’anni a questa idea, sviluppando un corto che lo aveva però lasciato insoddisfatto. Questo progetto potrebbe richiedere fino a 5 anni di lavoro e l’autore ha già preparato dei bozzetti, ma a detta sua potrebbe anche ultimarlo per il 2020, in occasione delle Olimpiadi di Tokyo.