Il Convegno dell’Osservatorio e-Commerce, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm, ha tracciato uno scenario estremamente positivo nel settore dell’e-commerce italiano. I dati rilasciati nel mese di Maggio, segnalano che gli italiani, nel 2016, acquisteranno online per 19,3 miliardi di euro.

Negli ultimi anni, inoltre, l’avvento dei dispositivi mobili ha prodotto un impulso decisivo per l’e-commerce: gli acquisti online tramite smartphone crescono, infatti, del 51%, superando il valore di 2,8 miliardi di euro e raggiungendo il 15% del totale dell’e-commerce.
I settori trainanti sono l’informatica ed elettronica di consumo (+22%), l’abbigliamento (+25%), l’editoria (+16%) e il turismo (+11%). Buone performance anche per il settore simbolo del Made in Italy, il food & grocery, che ottiene un incremento del 29%.

In questo panorama, si sta affermando anche SAXOPRINT il nuovo modo di stampare online, ricco di vantaggi e potenzialità, che permette di inviare i file direttamente da internet, risparmiando tempo e denaro. Si tratta di un mercato che cresce a un ritmo costante e che, secondo i dati di InfoTrends, raggiungerà una crescita del 70% a livello globale entro il 2018.

TechPrincess_e-commerce_webtoprint

“In un settore in crescita esponenziale, come quello dell’e-commerce, la stampa online è un comparto ancora agli inizi. Noi di SAXOPRINT siamo dei pionieri. L’online è il futuro della tipografia, gli ordini viaggeranno anche sulle reti mobili, grazie all’utilizzo sempre più intensivo di smartphone e tablet. Noi siamo pronti fin da ora grazie a tecnologie avanzate che utilizziamo quotidianamente”, dichiara Daniel Ackermann, amministratore delegato di SAXOPRINT e continua: “In questo contesto, è fondamentale offrire un servizio totalmente dedicato al cliente con tecnologie avanzate, basate su soluzioni innovative, assistenza di personale qualificato che parli la lingua del cliente per il supporto tecnico, tempi di spedizione rapidi e un’elevata qualità di stampa nel pieno rispetto dell’ambiente”