Da più di 160 anni Macy’s detiene il primato di una delle aziende americane più floride ed espanse del mondo, con la sua rete di vendita di ben 734 negozi nel suolo americano.

Ma per espandere ancora di più il suo primato, la catena statunitense ha deciso di rinnovarsi e di includere tra i suoi servizi un nuovo progetto, in collaborazione con IBM. Da questa partnership nasce “Macy On Call“, un assistente personale fornito di intelligenza artificiale Watson di IBM, capace di aiutare i clienti e soddisfare alcune tra le più comuni richieste, in sostituzione o in attesa di un commesso.

TechPrincess_MacyOnCall

L’assistente può essere usato al momento via browser e dà informazioni su prodotti, servizi e strutture. Le domande più comuni vengono riconosciute ed elaborate, analizzando un set di dati residenti nel sistema informativo di Macy’s, per poi fornire delle risposte coerenti in un linguaggio naturale e comprensibile univocamente. L’intelligenza artificiale è capace, inoltre, di imparare anche attraverso le interazioni frequenti, grazie alle sue capacità di apprendimento e di elaborazione cognitiva.

Al momento l’assistente artificiale verrà utilizzato come supplemento all’operato dei commessi. Che il giorno di una sostituzione globale si stia avvicinando sempre di più?