Le novità presentate ieri da Microsoft a New York sono diverse e tutte molto interessanti a partire dal nuovo incredibile Surface Studio. Con uno schermo sottilissimo in 4.5K e il 63% di pixel in più rispetto ad una TV Ultra HD, permette di lavorare sia con una penna che in modalità touch sfruttando il nuovo Surface Dial, un piccolo tool pensato per i più creativi e capace di interagire con le superfici touch per semplificare azioni come lo zoom, lo scroll e la navigazione, senza contare il set di tool che porta con sé e che sono pensati esclusivamente per il nuovo Surface Studio.

Grazie al suo schermo da 28 pollici PixelSense e ai suoi 13.5 milioni di pixel, Surface Studio permette di seguire ogni fase del lavoro, passando dalla modalità Desktop a Studio per scrivere, fare progetti e creare bozze, il tutto accompagnati da un processore Intel Core i5 o i7 di sesta generazione, da una RAM che può raggiungere i 32GB e una scheda grafica con 4GB di memoria dedicata.

Il costo? Parliamo di circa 2.999 dollari per USA, Canada, Nuova Zelanda e Australia che dovrebbero vederlo sbarcare sui propri mercati a partire dal 10 novembre.

Spazio anche al nuovo Surface Book i7 che vanta il doppio della potenza grafica del suo predecessore e una batteria che dovrebbe garantire 16 ore di autonomia; nuovo poi il sistema di raffreddamento a doppia ventola per consentire a questo notebook di reggere senza problemi anche sotto stressi. Il prezzo? 2.399 dollari. 

Un’altra novità riguarda la VR: Microsoft ha infatti annunciato che HP, Lenovo, Dell, Acer e ASUS renderanno disponibili i primi accessori per la mixed reality con il Creators Update. Disponibili dal 2017, saranno equipaggiati con sensori per muoversi all’interno della propria casa mentre si sta vivendo un’esperienza in VR. Gli accessori meno potenti si aggirano intorno a 500 dollari, mentre con Windows 10 Creators Update i nuovi accessori VR partiranno da 299 dollari.

Ma che cos’è questo Windows 10 Creators Update? Semplice: un aggiornamento di sistema previsto per la prossima primavera.

L’update sarà focalizzato sugli strumenti dedicati ai creativi, indipendentemente dal loro settore di appartenenza. Tra le novità Paint 3D, l’evoluzione dello storico programma di disegno di Micorosoft, con la possibilità di condividere le proprie opere su Remix 3D, una community creata appositamente dal colosso di Redmond. Anche Edge sarà ottimizzato per essere compatibile con il 3D nonché con la realtà aumentata in vista dell’arrivo di HoloLens.

Novità anche per i videogiocatori visto che l’aggiornamento permetterà di trasmettere in diretta le proprie sessioni di gioco grazie alla già presente game bar; non mancherà la possibilità di creare tornei personalizzati grazie alla funzione Arena, accompagnata dal supporto a Dolby Atmos per i possessori di Xbox One S.

Insomma, Microsoft ha deciso di anticipare gli annunci di Apple – previsti per oggi, 27 ottobre – presentando diverse novità tanto in campo software quanto in campo hardware. Non ci resta che attendere la mossa della concorrenza.