Al Mobile World Congress di quest’anno c’era anche Ford, che ha approfittato del palcoscenico della fiera spagnola per presentare la nuova Kuga, lanciare SYNC 3 e svelare qualcosa in più sul FordPass, la piattaforma digitale di customer experience pensata per trasformare la casa costruttrice in un “provider di mobilità”.

Partiamo naturalmente con la nuova generazione del SUV dell’Ovale Blu, in arrivo con diverse motorizzazioni tra cui spicca il nuovo TDCi 1.5 da 120 cavalli.

La nuova Kuga porta con sé anche SYNC 3, che consente di collegare lo smartphone all’auto utilizzando Apple CarPlay e AndroidAuto, così sarete liberi di telefonare, effettuare ricerche, ascoltare musica o consultare le indicazioni stradale.  Saranno inoltre disponibili alcune nuove app come MyBoxMan, che consente a ogni guidatore di trasportare piccoli pacchi in cambio di un rimborso spese, e HearMeOut, un social network per la condivisione di clip audio; non mancherà poi AccuWeather, per le informazioni sul meteo in tempo reale.

TechPrincess_MWC2016_Ford_Kuga

Moltissime le tecnologie innovative a bordo tra cui il sistema di parcheggio semiautomatico (Active Park Assist), la frenata automatica in città (Active City Stop) e la trazione integrale intelligente (Intelligent All-Wheel-Drive). Presente anche il Traffic Jam Assist, che permette all’auto di seguire il flusso degli altri veicoli, il Pre-Collision Assist with Pedestrian Detection, che riconosce i pedoni e frena automaticamente, e l’Intelligent Speed Limiter, che riduce la velocità in base ai limiti vigenti.

“I sistemi di guida semi-autonoma come il Traffic Jam Assist e il Fully Active Park Assist
saranno fondamentali non solo per offrire ai nostri clienti tecnologie che migliorano la vita
a bordo e la rendono meno stressante” ha dichiarato Ken Washington, Vice Presidente Ricerca e Ingegneria Avanzata di Ford.

Il Presidente e CEO della società, Mark Fields, ha poi dichiarato che Ford triplicherà gli investimento sulla ricerca e lo sviluppo di tecnologia di assistenza alla guida; lo scopo è portare a bordo di tutte le auto i dispositivi di guida semi-autonomia come il Traffic Jam Assist o il Fully Active Park Assist. Spazio poi al FordPass, il programma dell’Ovale Blue che arriverà quest’anno in Europa.

Nel guardare al futuro, è chiaro che ci troviamo nel pieno di una rivoluzione che si estende dai servizi di carsharing e giunge alla guida autonoma per trasformare l’esperienza di mobilità e la customer experience – ha dichiarato Fields. – Tecnologia e innovazione sono
gli strumenti che ci permettono di cogliere le opportunità presentate dai nuovi scenari e
migliorare la vita delle persone cambiando il modo in cui mondo ci si sposta“.

TechPrincess_MWC2016_FordPass

Il programma FordPass sarà basato su 4 elementi principali:

  • un markeplace per accedere alle soluzioni di mobilità alternativa;
  • il supporto online delle FordGuides;
  • un programma fedeltà;
  • i FordHub, store non commerciali dove scoprire le novità dell’Ovale Blu.

L’idea di base è quella di permettere ai clienti di gestire qualsiasi aspetto della propria auto tramite FordPass, inclusa l’assistenza e la manutenzione. Grazie alla partnership con BP sarà inoltre possibile segnalare le stazioni di rifornimento, mentre l’accordo con Mobile City consentirà di pagare la sosta con FordPass.

Non mancano poi programmi sperimentali come Ford Carsharing, presente solo in Germania, e Go Park e GoDrive, al momento attivi unicamente a Londra. Non ci resta quindi che attendere per scoprire se questi progetti arriveranno anche in Italia.