L’evoluzione di Office 365 si è focalizzata su quattro punti che hanno guidato lo sviluppo di nuove feature:

ACCESSIBILITA’ con l’obiettivo di offrire a tutti la stessa accessibilità agli strumenti di lavoro e condivisione in una logica di inclusione ed empowerment
Microsoft intende garantire un’esperienza di produttività soddisfacente anche alle persone diversamente abili, consentendo a tutti di comunicare, fruire e creare contenuti su qualsiasi device,

o Importanti in tal senso gli aggiornamenti di Narrator – lo Screen Reader – che include nuove voci che possono pronunciare fino a 800 parole al minuto e 6 livelli di verbosità, per offrire indicazioni puntuali sulle proprietà di un testo. Office 365 integra questo strumento per consentire anche alle persone ipovedenti di essere guidate nella navigazione con dettagli utili sul testo e sulle icone per esempio in Word, Outlook e Sharepoint, offrendo utili suggerimenti sui tasti di scelta rapida.

o Significativa anche la nuova disponibilità di un High Contrast Mode per visualizzare più facilmente i dati in Excel su sfondo in contrasto, già disponibile per esempio per Word e Sway.

o Office 365 integra anche alcuni strumenti utili per permettere alle persone con problematiche di dislessia di leggere e scrivere in modo più efficace, come Editor – il servizio cloud di editing e revisione – che consente di intercettare più facilmente errori di spelling e di ascoltare perfino con audio significati e opzioni alternative. I Learning Tools sono disponibili anche per OneNote e consentono di dettare testo in Italiano, Spagnolo, Francese e Tedesco e di sentirlo letto in diverse lingue in modo da imparare più agevolmente.

INTEGRAZIONE per generare efficienza ed efficacia integrando tra loro gli strumenti di lavoro

o Esempio principe della volontà d’integrazione è la disponibilità di Microsoft Excel REST API per Office 365, grazie a cui gli sviluppatori potranno dar vita ad app che integrano le capacità di calcolo, reportistica e data storage di Excel.

o Ma restando a livello utenti, per rendere ancora più semplice la collaborazione sarà, per esempio, possibile avviare in un click documenti Word, Excel, PowerPoint, OneNote e Sway cliccando sull’icona Office disponibile nella barra degli strumenti di Microsoft Edge e tenere traccia di tutti i documenti aperti per ritrovarli facilmente.

o Altro strumento utilissimo che verrà integrato in Office è Lens, grazie alla Universal Windows Office Lens app che consente di migrare il materiale cartaceo su OneNote, Word o PowerPoint con la rapidità di un’istantanea. È possibile scannerizzare uno schizzo, un’immagine o una nota con Lens, salvare su OneDrive for Business e utilizzare gli appunti su Office 365 anche grazie al tool di riconoscimento ottico dei caratteri.

o Allo stesso modo utili, per beneficiare degli appunti presi attraverso penna digitale, sono alcune nuove funzionalità di OneNote, come Ink Math Assistant – che consente di convertire un’equazione scritta a mano in testo, mostrando i passaggi per risolverla – e Replay inking – che aiuta a capire gli step precedenti a un output finale, come per esempio le operazioni che conducono a un risultato.

BUSINESS FOCUS puntando a un controllo ottimale delle attività quotidiane per ottimizzarne la gestione e focalizzarsi sulle priorità
Office 365 è stato migliorato grazie ai nuovi servizi cloud-based intelligenti pensati per produrre risultati migliori ottimizzando i tempi, che per esempio consentono di scrivere meglio, fare presentazioni più dinamiche e gestire per priorità la propria casella postale.

o Researcher è una nuova feature di Word che aiuta a rintracciare e integrare facilmente fonti d’informazione affidabili e contenuti pertinenti nei propri documenti. Da Word è possibile consultare materiale relativo a un dato argomento e inserirlo con un semplice click, riportando anche le note bibliografiche. Editor – già menzionato per l’utilità per le persone dislessiche – in generale costituisce un servizio di editing e revisione evoluto e facendo leva sul machine learning e sull’elaborazione del linguaggio naturale – anche grazie al contributo di un team di linguisti – offre consigli preziosi per migliorare il proprio modo di scrivere.

o Anche l’esperienza di PowerPoint è stata migliorata e resa più dinamica in linea con le priorità di storytelling. Se un limite della soluzione poteva infatti essere la sequenzialità delle presentazioni, grazie a Zoom è ora possibile creare facilmente presentazioni interattive facendo leva su una navigazione più fluida a partire da un slide introduttiva in grado di condurre a punti diversi della PPT in base al tema e al pubblico.

o Anche Outlook include alcune nuove funzionalità in una logica di intelligence. Focused Inbox consente di focalizzarsi sulle e-mail più rilevanti, dal momento che divide automaticamente la propria inbox in due macro-gruppi: le comunicazioni più importanti confluiscono nella categoria “Focused”, mentre le altre restano facilmente accessibili ma senza sovraffollare la casella postale nella categoria “Altre”. Apprendendo dal comportamento dell’utente la capacità di prioritizzazione sarà sempre più personalizzata – un’esperienza molto apprezzata dagli utenti della Office App su Android e iOS e che verrà ora resa disponibile anche per Office 365. Anche lo strumento @mentions verrà esteso agli utenti Outlook di Windows e Mac in Office 365, rendendo più semplice identificare le e-mail che richiedono attenzione, così come flaggare le azioni per gli altri. Digitando la chiocciola nel testo della mail e iniziando a scrivere il nome della persona che si desidera incaricare di un’azione, sarà semplice selezionarla e una volta citata verrà aggiunta tra i destinatari anche se non era parte della conversazione precedente.
Interessante in termini di business focus, anche la disponibilità di Visio Online e Visio per iPad che abiliteranno la fruizione multi-piattaforma di diagrammi Visio e si sommeranno a Visio Pro per Office 365 per consentire a sempre più persone di comunicare visivamente e condividere diagrammi.

PRIVACY & SECURITY per garantire compliance ai più alti standard di sicurezza e tutela dei dati sensibili in una logica di Trusted Cloud

o L’impegno di Microsoft per sviluppare costantemente tecnologie volte a proteggere la privacy si può definire Privacy by Design. In linea con questa attenzione Office 365 è conferme agli standard americani del Federal Information Security Management Act, alle Model Clauses Europee, alla normativa ISO 27001 ed è stata la prima piattaforma Cloud a ricevere la certificazione ISO/IEC 27018 che proibisce l’uso di dati personali a fini promozionali e di marketing. Utilizzando Office 365 persone e aziende hanno la certezza che i propri dati vengono trattati come confidenziali e che non si sondano e-mail, documenti e analytics per estrapolare informazioni utili a scopi pubblicitari. Inoltre Microsoft garantisce la portabilità dei dati, ovvero dal momento che i dati appartengono agli individui possono essere da loro estratti in qualsiasi momento senza limitazioni. In più Microsoft avvisa e chiede autorizzazione ai clienti in caso in cui abbia bisogno di accedere ai loro dati.

o La sicurezza è garantita anche da soluzioni enterprise-ready come Windows Information Protection supportata nelle Office Mobile App, che consente di prevenire la perdita accidentale dei dati consentendo al contempo agli utenti di mantenere il controllo dei propri dati personali, grazie a una semplice categorizzazione dei contenuti come ‘professionali’ o ‘personali’ in modo che l’IT possa tutelare o rimuovere solo i dati aziendali.

“In un mondo sempre più mobile-first, cloud-first, la tecnologia deve essere in costante evoluzione per consentire a persone e aziende di affrontare con successo le sfide del momento. Microsoft intende aiutare individui e organizzazioni a realizzare il proprio pieno potenziale e a tal fine reinventare la produttività rappresenta una delle nostre ambizioni, perché il segreto può essere ‘fare di più’ oppure ‘fare di meno’, quindi nel complesso ‘fare meglio’, focalizzandosi sulle priorità e recuperando tempo da dedicare a progetti di valore, siano essi professionali o personali. Una nuova produttività si traduce infatti in una migliore efficacia di business e al contempo in un miglior work-life balance. Due obiettivi particolarmente attuali in una stagione di ‘back to work’ in cui le persone al rientro dalla pausa estiva sono pronte a dare il meglio di sé per perseguire i propri buoni propositi. Due obiettivi che Microsoft s’impegna da sempre a conciliare investendo nella propria piattaforma di produttività Office 365 per offrire una soluzione al passo con i tempi che sappia integrare Collaborazione e Intelligence. Un investimento costante, riconosciuto dalla diffusione di Office 365 sia nel mondo consumer, sia nel mondo business: gli utenti consumer hanno superato i 23 milioni a livello globale e, nel Q4 FY16, gli utenti business sono cresciuti del 45% contestualmente all’incremento di fatturato del 59% anno su anno”, ha dichiarato Claudia Bonatti, Direttore della Divisione Application & Services di Microsoft Italia.

Questo impegno costante per reinventare la produttività è culminato ieri con la presentazione di ulteriori nuove feature nel corso di Ignite 2016 – l’evento Microsoft in corso questa settimana ad Atlanta – con l’obiettivo di offrire ai responsabili IT degli strumenti concreti a supporto della trasformazione digitale delle aziende.

INTELLIGENCE
In uno scenario di crescente proliferazione dei dati saperli interpretare e tradurre in informazioni strategiche per il business è sempre più prioritario per l’organizzazione ma anche per i singoli individui. Anche gli strumenti di produttività quotidiana hanno un ruolo chiave in tal senso, perché possono consentire di focalizzarsi sulle priorità e di beneficiare di analisi mirate. Ecco perché Microsoft s’impegna a rendere la suite Office ancora più “intelligente” con funzionalità come Tap per Word e Outlook, una nuova feature che aiuta a riutilizzare facilmente contenuti esistenti all’interno dell’organizzazione esplorando Office Graph e facendo emergere le informazioni di maggior rilievo. Altrettanto utile anche QuickStarter in PowerPoint e Sway che aiuta a superare l’ansia da foglio bianco e, sfruttando Bing Knowledge Graph, offre linee guida per ogni argomento includendo suggerimenti sugli argomenti da includere e immagini da associare. Anche Designer aiuta a rendere le proprie presentazioni più efficaci suggerendo elementi grafici di qualità professionale. La qualità della grafica può essere fondamentale anche in Excel e una nuova funzionalità consente ora di trasformare dati geografici in immagini professionali e di visualizzarli come chart con mappa. Al debutto anche MyAnalytics, un nuovo strumento pensato per ottimizzare la produttività e la collaborazione analizzando il tempo dedicato alle attività e le interazioni con colleghi e team.

SICUREZZA
La sicurezza è un elemento imprescindibile, perciò, oltre a molteplici upgrade, Microsoft ha lanciato ad Ignite Office 365 Threat Intelligence per aiutare le aziende a proteggere le proprie reti, a intercettare le minacce a rispondere in modo tempestivo alle problematiche legate alla sicurezza. In virtù della propria esperienza con le migliaia di attività e informazioni che passano ogni giorno da Office 365 è infatti più facile per Microsoft identificare anomalie e mitigare il rischio di potenziali minacce. Questo impegno di Microsoft non si limiterà a Office 365 ma coinvolgerà anche Windows 10 ed Enterprise Mobility Suite in un’offerta a tutto tondo: Secure Productive Enterprise, una piattaforma disponibile dal 1° Ottobre e pensata per garantire al contempo produttività, collaborazione, mobilità, business insight e sicurezza.

COLLABORAZIONE
Con l’obiettivo di ottimizzare la collaborazione sono stati anche introdotti dei miglioramenti in SharePoint come la sincronizzazione con OneDrive, le Team News che aiutano a mantenere i team aggiornati e l’integrazione con Power BI, Yammer, Microsoft Flow e PowerApps. Anche Yammer sarà integrato con Office 365 Group e supporterà quindi una maggiore produttività grazie a SharePoint, OneNote e Outlook. Novità anche sul fronte Skype for Business, con la disponibilità in ottobre di Skype for Business per Mac e il roll out entro la fine del 2016 delle funzionalità di traduzione e trascrizione di Skype Meeting Broadcast. Microsoft StaffHub è infine una nuova app che rende più semplice per i manager creare team e gestire calendari e per i lavoratori in mobilità tenere sotto controllo i propri schedule e contenuti.

Il costante miglioramento di Office 365 è anche frutto dei contributi degli Office Insider, una community che include oltre 1 milione di utenti che, dal lancio a Novembre 2015, hanno già apportato più di 100.000 feedback. Un’esperienza di scambio che Microsoft incoraggia e di cui fa tesoro per rilasciare nuove feature come quelle che hanno visto la luce negli ultimi mesi.

CONDIVIDI
Carlotta Bosca
Appassionata di tutto ciò che è tecnologico. Instancabile videogiocatrice sin dall'infanzia, dipendenza nata con la prima Playstation, in particolare con Tomb Raider 2 e quindi l'amore per Lara Croft. Inguaribile sognatrice, divoratrice di romanzi e fumetti (ossessionata soprattutto da Batman).