Tesla e l’isola alimentata solo con energia solare

Riuscite ad immaginare un’intera isola alimentata dall’energia solare? Il signor Elon Musk sicuramente sì. Dopo aver acquisito SolarCity, Tesla ha deciso di mostrare le potenzialità di questa partnership rivelando l’isola di Ta’u (Samoa), un luogo dove l’energia viene prodotta da 5328 pannelli solari che riescono a coprire quasi il 100 per cento del fabbisogno elettrico. Questo avviene anche grazie ai 60 Powerpacks di Tesla che permettono di immagazzinare 6 megawatt all’ora, anche in assenza di sole per tre giorni.

Questo cambiamento ha effetti positivi concreti sia sul breve che sul lungo termine: se prima l’isola di Ta’u funzionava con generatori alimentati a diesel, ora Solar elimina sia l’inquinamento che i costi di acquisto e trasporto di diesel. Inoltre, se prima gli abitanti dovevano razionare l’energia o subire interruzioni periodiche, ora possono avere energia per tutto il tempo.

techprincess_tesla_pannellisolari

Ta’u è stata scelta come luogo per fare dei test sia per il clima ideale, che per la modesta richiesta di energia dovuta alla presenza di soli 600 abitanti. La missione di Tesla è di eliminare l’uso di combustibili fossili, e con questo esperimento si sta dimostrando un progetto realizzabile.