In attesa di poter acquistare le tanto chiacchierato self-driving car sembra che gli automobilisti abbiano deciso di puntare tutto sui sistemi di guida semi-autonoma. A rivelarlo è lo studio Car Buying Trends 2015 condotto da Ford in 22 Paesi europei, che mostra come i clienti si affidino sempre più spesso alle tecnologie di assistenza, quelle capaci di frenare, regolare la velocità, stabilire la distanza di sicurezza ed eseguire le odiate manovre di parcheggio.

Stiamo riscontrando un importante incremento della domanda di tutte quelle tecnologie che migliorano la qualità della vita a bordo e rendono sempre meno stressante il tempo passato in auto. – spiega Roelant de Waard, Vice Presidente Marketing, Vendite e Assistenza, di Ford Europa – Quando, per esempio, si ha la possibilità di lasciare eseguire all’auto la manovra di parcheggio, ci si abitua molto presto alla comodità”.

Tra le tecnologie più apprezzate sulle auto Ford troviamo l’Active Park Assist, che aiuta il guidatore nel parcheggio e che è stato scelto nel 2014 dal 34% dei clienti europei, circa 1 su 3. Molto apprezzato anche l’Adaptive Cruise Control, con 1 cliente su 2 che ha scelto questa tecnologia per controllare la velocità di crociera mantenendo la giusta distanza dal veicolo che vi precede.

Meno famosi sembrano invece essere l’Active City Stop, che frena automaticamente in città quando pensa che stiate rischiando l’incidente, e il Lane Keeping Aid, che verifica la vostra traiettoria rispetto alla corsia di marcia.

TechPrincess_Ford_CarBuyingTrends2015_tecnologie

Grande successo invece per il sistema di connettività e i comandi vocali Ford SYNC, scelti dal 78% dei clienti durante lo scorso anno, con un piccolo di oltre 9 clienti su 10 in Italia.

Non solo tecnologia nel Car Buying Trends 2015. Ford ha anche verificato quali siano i colori più apprezzati, scoprendo che il bianco viene scelto nel 23% dei casi, seguono poi nero, grigio e blu. Insomma, i colori sgargianti proprio non ci attraggono.

A conquistare gli europei sono state poi le auto a 5 porte, adottate dal 52% degli automobilisti, ad eccezione di danesi e tedeschi che hanno preferito le wagon con percentuali schiaccianti (rispettivamente 84% e 81%).

E le motorizzazioni? Gli europei scelgono autovetture a benzina nel 56%. In Italia il trend è leggermente inverso, con il 58% dei clienti che hanno optato per il diesel e con un deciso 16% che ha puntato su ibrido, elettrico e soprattutto GPL. Per quanto riguarda le trasmissioni, l’Europa continua ad optare per quella manuale, con un deciso 93% in Italia, un 97% in Grecia e un 97% in Irlanda; unica vera eccezione la Russia, con il 65% dei guidatori che ha preferito il cambio automatico.

Analizzando i trend, emerge chiaramente che alcuni elementi tendono a non cambiare nel tempo, mentre altre preferenze mutano e si evolvono – ha aggiunto de Waard. – Studiamo e analizziamo lefluttuazioni dei gusti dei nostri clienti europei per fornire loro un’offerta di prodotti che sia sempre allineati alla domanda da ogni punto di vista”.