A tutti è capitato di dire, con una leggera punta di sconforto, la fatidica frase “Non ho niente da mettermi”, affermazione che nella maggior parte dei casi, complice un armadio stracolmo di vestiti, è solo frutto della nostra immaginazione. Ecco arrivare, però, un invito a una serata, come l’imminente capodanno, e quello che prima era solo immaginazione, ora diventa realtà e inizia la stressante caccia al perfetto outfit.
Per quanto sia piacevole l’idea di indossare un mise perfetta, bisogna nella “pianificazione” sempre considerare una serie di problematiche, la prima delle quali è sicuramente quella economica, che dobbiamo, a nostro malgrado, tenere presente, ripiegando in valide alternative che ci tengono però lontane dall’oggetto dei nostri sogni. Del resto chi bella vuole apparire…

E se ci fosse un’ alternativa intelligente, economica per avere l’outfit perfetto senza rinunciare a nulla? In effetti c’è, ed è l’abito a noleggio, un fenomeno nato negli Stati Uniti, ma che da lì si è spostato rapidamente in tutto mondo grazie ai suoi numerosissimi vantaggi. Il primo è sicuramente la condivisione, perché quando si decide di prendere in affitto un abito, è come se aveste automaticamente accesso virtuale al guardaroba di centinaia di donne, all’interno dei quali è possibile scegliere un abito e accessori per la serata, indossarli e restituirli, il tutto, però, senza spendere cifre esorbitanti, senza fare rinunce, riuscendo ad indossare anche capi di alta moda che sarebbero, a causa dei costi proibitivi, impossibile avere.
Alla base di tutto c’è, quindi, l’immediatezza data da un meccanismo estremamente semplice basato soprattutto sul coinvolgimento; per questo motivo sono nati negli anni moltissimi siti.TechPrincess_noleggio_vestitiNon possiamo non citare i due siti americani: Rent the Runway sito fondato dalle due studentesse Jenny Hyman e Jennifer Fleiss e il paradiso delle borse Bags Borrow or Steal (un nome che non sarà nuovo a tutte le fan di Sex and the City). Siti che sono diventati nel tempo veri e propri colossi e punti di riferimento.

Acquistare da questi siti per noi europei è praticamente impossibile, ma abbiamo anche qui delle valide e splendide alternative come Rente-Vous, start up parigina, fondata da Fiona Disegni, che consente affittare (per un minimo tre settimane) capi di tutti i tipi e per tutte l’età, compresi alcuni capi proveniente da giovani designer francesi.
One Night Stand, negozio londinese, è un vero proprio must tra le celebrità grazie al loro immenso guardaroba costantemente rinnovato. I prezzi si aggirano intorno ai 250 euro per quattro giorni a 130 per una sera.TechPrincess_noleggio_vestitiL’italianissimo My Secret Dressing Room, nato a Milano, questo sito ha conquistato città come Londra e Parigi.

Basandosi sullo stesso principio di Rent the Runway, è caratterizzato dall’estrema facilità d’utilizzo e chiarezza,  grazie alla possibilità di vedere  indossati tutti i capi.
Borseinaffitto e MyLuxury.biz, entrambi sono una versione made in Italy di Bags Borrow or Steal, all’interno del quale è possibile prendere in affitto, per occasioni speciali, borse di alta moda.

E Voi? Avete mai noleggiato un vestito?