Da quando è approdata sul mercato, Zalando si è affermata come una delle piattaforme leader di online shopping in Europa.

I numeri, d’altronde parlano chiaro: 17 milioni di utenti attivi in ben 15 paesi europei. E proprio in base a questa sostanziosa quantità di iscritti che l’azienda ha deciso di effettuare l’identikit del tipico fashion mobile shopper della piattaforma e i risultati sono stati piuttosto significativi.

Primo dato importante ad emergere è il sesso: chi acquista da mobile è principalmente donna (circa 3 clienti su 4) e ha tra i 20 e i 34 anni. Il metodo di pagamento preferito è quello alla consegna, più comodo da impostare mentre si è in movimento rispetto a quello tramite carta di credito. A discapito del rinomato odio per il lunedì, è proprio il primo giorno della settimana ad essere il preferito per l’acquisto online, specialmente per l’abbigliamento e gli accessori. Ancora meglio se da casa in tutta comodità (66%) o, in alternativa, mentre si torna a casa dopo una faticosa giornata di lavoro (21%).  Al contrario, il viaggio verso l’ufficio invoglia allo shopping solo il 7% dei mobile shopper. Inoltre, i clienti italiani, da febbraio 2015, accedono a Zalando più da dispositivi mobile che desktop e lo share è superiore alla media del gruppo del 60%, il che porta l’Italia a posizionarsi costantemente tra i primi tre mercati del gruppo in termini di percentuali di accesso da mobile.

TechPrincess_Zalando_Mobile

Altro dato significativo è il territorio: le regioni italiane in cui si acquista di più tramite mobile sono Calabria, Basilicata e Campania; al contrario, quelle che prediligono maggiormente gli acquisti tramite desktop sono Friuli- Venezia Giulia, Trentino e Marche.

Ultimi, ma non meno importanti, i prodotti prescelti: i protagonisti degli acquisti online sono scarpe ed accessori, mentre i brand preferiti sono quelli sportivi. 

Non sorprende il maggiore utilizzo da parte di utenti donne” afferma Giuseppe Tamola, Country Manager Italia e Spagna di Zalando “Un dato che in parte riflette la suddivisione della nostra base clienti, mentre è curioso come nella fascia di utenti più giovani il gap tenda a ridursi considerevolmente. In Italia le aree con minore accesso alla banda larga sono spesso caratterizzate da alto utilizzo del mobile. Per molti italiani smartphone e tablet rappresentano canali sostitutivi, più che complementari, al desktop. Questa peculiarità ci deve far riflettere sul modo in cui accompagneremo la transizione, in particolare per quegli utenti che approcceranno lo shopping online direttamente da mobile, senza il passaggio intermedio da desktop“.

Un’indagine condotta tra i clienti italiani che hanno installato l’app su uno dei propri dispositivi indica una frequenza di utilizzo giornaliera o settimanale in quasi il 90% dei casi” conclude il Country Manager “Un dato che va a sommarsi alle ottime percentuali di accesso mobile rispetto a desktop. In questa fase ci stiamo concentrando sull’engagement degli utenti e siamo dunque positivamente colpiti da queste cifre, ma ciò non diminuisce in nessun modo l’impegno per migliorare continuamente l’esperienza mobile che offriamo alla nostra clientela“.