L’abbiamo usato (svariate volte), l’abbiamo apprezzato, l’abbiamo consigliato a chiunque avesse bisogno di trovare un posto dove alloggiare, per vacanza o per lavoro. Insomma, ci siamo affidati a Airbnb nel corso dell’ultimo anno e non ci ha mai deluso, noi e milioni di altri utenti che hanno colto l’innegabile vantaggio di avere a disposizione una casa, una casa accogliente e capace di raccontare le vite degli altri, una casa che è un pezzo dell’esistenza di qualcun’altro.

LEGGI ANCHE: Un nuovo modo di alloggiare con Airbnb

Airbnb non è solo un mezzo con cui trovare un alloggio per le vacanze, ma un’esperienza vera propria, e ad accorgersene sono stati sia coloro che si sono affidati a questo servizio sia i suoi fondatori. E così, sulla base di una riflessione che li ha portati a stabilire che il fulcro del loro strepitoso successo è stato soprattutto il senso di appartenenza, il sentirsi a casa, Joe e Brian hanno deciso che era tempo di dare al sito web e al loro logo un nuovo look capace di rispecchiare questa filosofia.

Airbnb diventa così molto più intuitivo sia per chi decide di offrire la propria casa sia per chi la cerca. Foto più grandi, pagine dedicate alle abitazioni più chiare, informazioni sull’abitazione facili da reperire, una panoramica sul vicinato e su cosa c’è di interessante nei paraggi: le novità sono parecchie e tutte pensate per semplificarci la scelta.

Un cambiamento positivo e indiscutibilmente utile che però è passato in secondo piano per un semplice motivo: il logo. Inutile dirvelo: le battute in giro per il web si sono sprecate perché il Bélo, come hanno scelto di chiamarlo i ragazzi di Airbnb, somiglia rischiosamente a dei genitali, ma ovviamente non è questo che vuole rappresentare. Bélo sta per belonging, appartenenza. Il concetto alla base della nuova filosofia di Airbnb è stato qui trasfigurato in un simbolo, letteralmente. Sì, perché il Bélo è solo la base, una base su cui potete lavorare per creare una versione del logo che più rappresenta voi e la vostra esperienza con Airbnb.

Airbnb quindi cambia logo, cambia volto e abbraccia quella filosofia che in fondo hanno creato gli utenti grazie all’uso che hanno saputo fare di questo meraviglioso sito, di quest’idea che è cresciuta fino a diventare una realtà consolidata. Voi cosa ne pensate di questa trasformazione?

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 − quattro =