È da un po’ di mesi che su internet circola un intrigante rumor secondo cui Apple starebbe realizzando un’imponente serie TV ispirata ai romanzi di Isaac Asimov.

Arriva finalmente la conferma – più o meno – dell’esistenza di questo progetto: la società di Cupertino produrrà l’adattamento televisivo della Trilogia della Fondazione (Fondazione, Fondazione e Impero, Seconda Fondazione), capolavoro che ha permesso allo scrittore russo di vincere il premio Hugo come miglior ciclo fantascientifico nel 1966.

La Trilogia della Fondazione diventerà una serie televisiva

Il report proviene da Deadline, che ha diffuso diversi dettagli in merito alla produzione targata Apple e, nello specifico, ai primi nomi scelti per la realizzazione di questo potenziale kolossal televisivo. Saranno gli sceneggiatori David S. Goyer (Il cavaliere oscuro) e Josh Friedman (Terminator: The Sarah Connor Chronicles) a ricoprire la duplice carica di showrunner e produttori esecutivi dell’adattamento.

Alla produzione esecutiva troveremo anche David Ellison, Dana Goldberg e Marcy Ross dello studio Skydance Television. Ellison gioca un ruolo fondamentale nella reinvenzione della fantascienza classica: sarà lui che farà “risorgere” The Terminator, con un ipotetico reboot al quale lavoreranno sia James Cameron (Avatar) che Tim Miller (Deadpool).

Tornando al Ciclo della Fondazione, parliamo della pluriacclamata saga letteraria in cui Asimov narra di un’umanità colonizzatrice, ormai sbarcata su altri pianeti della via Lattea, ma che deve sottostare al volere di un unico, grande potere: l’Impero Galattico.

Non è la prima volta che i giganti di Hollywood si avvicinano alla complessa opera di Asimov. Ci avevano già provato Fox, Warner Bros., Sony – con Roland Emmerich, regista di Independence Day – e più recentemente la stessa HBO di Game of Thrones, che aveva tentato di sviluppare qualche idea con l’aiuto di Jonathan Nolan, ma senza successo.

Una volta pronta, la serie verrà distribuita attraverso la piattaforma di Apple. Sarà anche troppo presto per azzardare un’ipotesi sulla data di uscita, ma ci auguriamo vivamente di poter posare gli occhi su questo progetto al più presto.