Decine di milioni di clienti, oltre 120 Paesi coperti e una qualità sempre eccellente, eppure trovare router e modem TP-LINK tra gli scaffali dei grandi retailer italiani non è sempre facile. Un vero peccato visto che l’azienda cinese si sta dimostrando sempre più competitiva grazie a prodotti che non solo tengono il passo con i principali competitor ma che soprattutto si dimostrano sempre affidabili. Un esempio? TP-Link Archer D7, un modem-router che ho avuto modo di testare per diverse settimane e che ha saputo regalarmi non poche soddisfazioni.

Ma facciamo un passo indietro e partiamo dalle caratteristiche.

Sulla carta questo prodotto è indubbiamente notevole:

– connessione wireless con standard 802.11 ac e possibilità di sfruttare sia la banda a 2.4 Ghz che quella a 5 Ghz (vi ricordate la nostra spiegazione su questa tecnologia?);

3 antenne esterne che amplificano il segnale per aumentare la copertura garantendo, per altro, una maggior stabilità;

3 porte Gigabit per performance eccellenti anche quando decidete di utilizzare il caro vecchio cavo Ethernet;

una porta EWAN che vi consentirà di utilizzare questo modem-router anche con la fibra ottica;

– un design curato e moderno che vi permetterà di posizionarlo ovunque in casa vostra.

Insomma, l’hardware è indubbiamente di prima categoria, ma il software? L’Archer D7 offre alcune funzioni che ho trovato particolarmente interessanti. In primis abbiamo la possibilità di condividere dati, file multimediali e stampanti sfruttando le due porte USB 2.0 di cui è dotato. La configurazione non è troppo complessa: collegate il dispositivo desiderato e poi nell’apposito menù, USB Setting, scegliete la funzione che desiderate attivare. Se siete grandi amanti della cinematografia ad esempio potreste tranquillamente condividere tutta la vostra raccolta utilizzando un normale hard disk e la funzione Media Server per poter accedere all’amata collezione praticamente da ogni dispositivo che supporta questo tipo di condivisione, comprese per altro PlayStation 3 e Xbox 360.

Notevole poi la “Guest Network“. Che significa? Vi faccio un esempio. Immaginate di essere un professionista ed avere un vostro studio, o un vostro ufficio. Immaginate di essere, per esempio, un dentista. Tra le comodità che potreste offrire ai clienti che attendono il loro turno con ansia, potrebbe esserci il WiFi, ma fargli usare la rete che utilizzare per lavorare è fuori discussione. L’Archer D7 vi consente di creare appunto la “Guest Network”, una rete dedicata agli ospiti, che vanta elevati livelli di sicurezza e che risulta separata da quella principale, ossia la vostra. Avete per altro la facoltà di decidere se volete usare la banda a 2.4 Ghz o quella a 5 Ghz e di scegliere una password, magari da distribuire quando arrivano nel vostro studio per evitare che chiunque passi nelle vicinanze sfrutti la banda che avete creato per i pazienti. Una comodità, non trovate?

Non manca infine il sempre utile Parental Control. Potete settare i dispositivi sottoposti a questo controllo, decidere gli orari durante il quale questi device possono connettersi a internet e impostare i siti a cui possono accedere. Pochi clic vi permetteranno ad esempio di fare in modo che i vostri figli più piccoli si connettano la sera, quando siete a casa; avrete per altro la certezza che  la navigazione sarà solo su siti che voi avete giudicato sicuri.

Un unico consiglio: ricordatevi di cambiare la password di accesso al router. “Admin” o “1234” non sono password sicure.

Recensione Archer D7

Il modem-router di TP-LINK non si limita però a queste funzione. I più esperti troveranno infatti pane per i loro denti: si va dal controllo della banda allo storage FTP alla programmazione degli orari del WiFi. Insomma, questo prodotto non si fa mancare niente. O quasi.

Sì, ho detto “quasi” perché purtroppo l’Archer D7 ha un difetto che non ho potuto non notare: l’interfaccia. A differenza di altri produttori infatti, TP-LINK continua ad utilizzare un menù molto complesso, esclusivamente in inglese, e molto poco user-friendly. Il primo impatto, soprattutto se non avete mai avuto a che fare con dispositivo così articolati, potrebbe spaventarvi. Districarsi tra le funzioni non è già di per sé un’impresa facile visto che le features offerte sono tantissime, ma la cosa peggiora di fronte ad un’interfaccia poco moderna e lontana dai menù semplificati offerti, ad esempio, da NETGEAR.

Un vero peccato visto che sotto tutti gli altri aspetti l’Archer D7 si è rivelato persino superiore alle mie aspettative: non ha mai dato problemi di linea, non smette di regalare soddisfazioni con il caro Media Server e copre tutto l’appartamento (e temo anche quello dei vicini) senza alcun calo di velocità.

Se sei interessato a questo prodotto e vuoi sostenerci acquista qui

18 COMMENTI

  1. Io ho un problema di wireless legato a questo router.
    Ho acquistato eolo20 plus un mese e mezzo fa. L’archer D7 l’ho acquistato mentre avevo ancora Alice e funzionava tutto bene.
    Con eolo ho notato una cosa poco simpatica: la ricezione dei dati tramite il wireless è fortemente discontinua.
    Scarica per un paio di secondi e poi si pianta, all’improvviso; riprende per altri due secondi e poi si blocca di nuovo…ma la connessione c’è sempre.

    Ho già provato tante configurazioni, ho chiamato la NGI, ho chiamato la TP-Link…l’ho provato anche a casa di mio padre che anche lui ha eolo (ma loro hanno un altro router e il wireless funziona bene).
    Qual’è il problema secondo voi?

    • Hai provato ad usare un altro router sulla tua linea? Almeno hai la certezza che sia il router e non la linea.

      A casa di tuo padre il wifi andava bene anche con l’Archer?

      Se sei sicuro sia il router proverei un reset per vedere se cambia qualcosa.

        • ciao, Edoardo scusa avrei una domanda da porti : come ingresso del router, hai utilizzato la porta LAN4/WAN ?
          Perché ho contattato eolo e mi hanno detto che il router tp-link archer D7 non è compatibile.
          In attesa di una tua risposta, ti ringrazio anticipatamente.

          • Funziona perfettamente con eolo. Sì, uso la porta wan. Se vuoi aggiornare il firmare, scarica il più vecchio dal sito perchè gli altri due non funzionano bene dal lato wireless.

    • Ciao Edoardo. Se attacchi un pc via cavo al router che velocità ottieni?? Il mio problema è che se attacco il Mac direttamente al cavo di Eolo (quello che scende dal tetto per intenderci) va alla velocità giusto (19mbps circa), invece se mi attacco ad una uscita LAN ho un picco in basso pazzesco (tipo 4/5 mbps). Capita anche a te? Hai fatto settaggi particolari?

      • Ciao. Non ho nessun problema collegando eolo al router per distribuire il segnale via LAN. Prova ad aggiornare il firmware di Archer. La prova che hai fatto di collegare direttamente al Mac l’ho fatta la prima volta ma non ricordo problemi di questo tipo. Immagino tu abbia collegato eolo alla wlan e abbia settato il router come wireless e non dsl. Nel dubbio, se puoi farlo (non ho mai smanettato un mac) aggiorna i driver per la LAN del tuo Mac.

        • Non ho problemi con Eolo attaccato direttamente! Meno velocità la ottengo con Eolo attaccato all’ingresso wan e Mac su una lan. Funziona tutto ma a 4/5 mbps in download banche in Wi-Fi per cui non sono i driver. Capire che velocità hai tu e se hai fatto un settaggio particolare

  2. Salve
    Questo modem è più potente del mio attuale TP-LINK TD-W8970 V1? Me lo consigliate? È più performante? Lo avrei trovato a un prezzo di 85,00

  3. Ciao a tutti, ho provato a connettere una stampante al router D/ ma putroppo mi sta lo stato online del print server e su usb settings, ma non so perchè non riesco ad attivarla e renderla visibile a windows per stampare dal portatile. potete aiutarmi in merito???
    Grazie mille

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 1 =