TechPrincess_EcologicalCar_Green_CarRisparmiare e vivere meglio è possibile (ricordate i famosi due piccioni da prendere con una fava?). I mezzi più ecologici in assoluto sono le vostre gambe, la bici e infine i mezzi pubblici. Se queste tre opzioni non sono di vostro gradimento, ve ne è sempre una quarta: l’auto ecologica. Ne esistono moltissimi modelli in commercio, da quelle più costose (addirittura luxury) fino a quelle a portata di tutti. Una giungla di opportunità che semplicemente vi farà venire il mal di testa. Che ne dite di scoprire insieme i diversi livelli di ecologicità?

METANO/GPL

Le auto con i cosiddetti “impianti a gas” sono una dei primi tipi di auto ecologiche. Possiedono sempre un’alimentazione a benzina e una a gas. Io personalmente ho un’auto con alimentazione GPL di qualche anno fa , non di serie, ma modificata in un secondo momento grazie agli incentivi statali. Al giorno d’oggi invece, sono sempre di più i modelli che escono dalla fabbrica con un impianto già preinstallato.
Per coloro non credono nel risparmio, di questo sistema, proviamo a fare due calcoli. Con il pieno 32 lt  arrivo a percorrere 380 km in città e 430 circa in autostrada. Non mi sembra ci sia bisogno di fare calcoli complessi, il risparmio è evidente, se volete fare qualche calcolo potete utilizzare questo link. Non avrò di certo una macchina alla fast and furious (scordatevelo), ma di certo posso permettermi qualche cena fuori in più oppure qualche libro che non guasta mai.
I distributori sono praticamente ovunque, non farete fatica di certo a trovare carburante per la vostra auto.

IBRIDE

Anche le auto a metano e GPL di cui vi ho appena parlato sono in realtà ibride. Nel linguaggio comune però sentirete parlare di auto ibride quando l’auto possiede due motori: uno meccanico e uno elettrico. In questo caso non sarete voi a scegliere con quale alimentazione muovere il veicolo bensì sarà la macchina stessa a deciderlo. Dovete sapere che il motore delle auto disperde moltissima energia durante il suo percorso, nelle auto ibride questa energia al posto di essere dispersa viene “riciclata” e trasformata in energia pulita ricaricando così la batteria del motore elettrico. Il motore elettrico entra in funzione, generalmente, quando l’auto andrà a velocità basse (dai 2 ai 60 km/h) perfette quindi per i percorsi cittadini oppure al massimo sulle strade provinciali (tanto per rispettare i limiti di velocità). Quando invece avrete bisogno di sentirvi un po’ come Dominic Toretto e vorrete fare le gare al semaforo, i due motori andranno in funzione contemporaneamente per garantirvi il massimo delle prestazioni. Questo tipo di cooperazione tra i due motori vi permetterà di fare all’incirca 1.100 km con un solo pieno di benzina. Mi sembra un ottimo risparmio.
Questo tipo di auto esiste anche in versione plug-in cioè con una spina che permette alla batteria di ricaricarsi senza bisogno del motore a benzina. Potrebbe capitarvi quindi, in percorsi cittadini, che il consumo di benzina sia quasi pari allo zero.

Auto ibride con alimentantazione a benzina e motore elettrico con batteria al litioELETTRICHE

Le auto elettriche pure sono auto dotate di solo motore elettrico e di una batteria solitamente agli ioni di litio. Ciò significa dire addio a benzina e diesel. Vi ritroverete ad avere a che fare semplicemente con una presa di corrente e nient’altro. So che la cosa può spaventare, però come ogni giorno ricaricate la batteria dello smartphone e del computer portatile, così dovrete abituarvi a farlo anche con l’auto.
Le auto elettriche, è vero, hanno un costo abbastanza elevato (dipende dal modello) ma a lungo andare vi faranno risparmiare enormi quantità di denaro. Basti pensare che le auto elettriche percorrono circa 100 km con soli 2 euro di spesa. Il risparmio è consistente e le prestazioni sono di tutto rispetto; infatti molte auto elettriche raggiungono addirittura i 145 km/m ed esteticamente sono molto belle.
Pensate che esistono anche auto di alta gamma, oserei dire luxury, 100% elettriche.
Le stazioni di ricarica non sono ancora molte ma i costruttori stanno investendo parecchio denaro per colmare questa mancanza. Addirittura alcuni costruttori si offrono di installarvi nel box oppure nel garage delle stazioni di ricarica. Così ogni volta che tornate a casa l’auto magicamente sarà carica.
Per quanto riguarda l’autonomia si può arrivare fino a 199 km con alcuni modelli, ovviamente dipenderà tutto da voi: uno stile di guida tranquillo aumenterà l’autonomia, se invece volete fare gli sportivi avrete meno carica a disposizione (funziona così con tutti i dispositivi elettronici a batteria, no?).
I tempi di ricarica sono abbastanza rapidi: 30 minuti e le jeux sont fait. Il vostro pieno è pronto!

Le opzioni per risparmiare sono molteplici e credo i dubbi siano altrettanti. Prossimamente vi faremo vedere delle prove su strada e vi racconteremo la nostra esperienza sui diversi tipi di auto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + 16 =