Bitstrips fumetti che hanno invaso timeline di facebookAvete mai sentito parlare di Bitstrips? No? Potete ritenervi fortunati, perché questa app per Facebook sta spopolando sulle bacheche di tutto il mondo. C’è chi la ama e la utilizza in continuazione e chi la odia.

Bitstrips è un’applicazione gratuita per Android e iOS che permette di creare vignette animate dei propri status con didascalie a piacere.

Molti la definiscono un metodo innovativo per comunicare in modo scherzoso con i propri amici e parenti, ma siamo sicuri che sia così? In un’era dove la comunicazione si è evoluta sino ad arrivare alle poche parole contate degli status di Twitter, usare una vignetta per esprimere quello che una frase corta può già esprimere al meglio, non la trovo una grande innovazione, se non un passo indietro.

Su Bitstrips vi sono molti pareri discordanti. Prima di scrivere quest’articolo ho fatto quattro chiacchere con dei miei amici che hanno avuto l’onore o la disgrazia di provarla, per capire un po’ quali sono state le motivazione che li hanno spinti ha scaricare un’app di questo tipo. La maggior parte è stata spinta da curiosità: “Ma cosa sono queste vignette? Perché tutti le usano? Aspetta, quasi, quasi provo anch’io”. Non sentono poi la vocina nella testa che gli diceva “stai attento che poi te ne penti” (con una risata malefica).

Ci sono persone che dopo averla provata una volta non possono più farne a meno, non scrivono più status normali su Facebook, pensano solo a quale vignetta utilizzare e altri che lo odiano profondamente e la definiscono perfino “una cosa che fa spruzzare vomito da ogni orifizio” o altri che creano video su Youtube su come toglierle dalle proprie bacheche perché non ne possono proprio più, come potete vedere in questo video di @fgfoto:
Detto ciò c’è da chiedersi quale sia il vero target di questa app. A mio parere è rivolta a un pubblico giovane, i ragazzi di medie e superiori, peccato però che venga utilizzata e a volte abusata da tanti adulti.

Voi cosa ne pensate? Siete stati anche voi contagiati da questa mania di vedere il mondo a vignette o ne fareste volentieri a meno?

Media designer appassionata di hi-tech e telefilm polizieschi. Geek da sempre, mi piace leggere e acquistare qualunque prodotto tecnologico, da quello più funzionale a quello più strano. Essendo una regista la creatività fa da padrona nella mia vita.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × due =