Sono 1,035 i miliardi di Euro portati a casa di Candy Group nel corso del 2016. Una cifra davvero importante che gli ha permesso di diventare in breve tempo il Gruppo che cresce maggiormente in Europa se confrontato con i principali operatore del mercato degli elettrodomestici.

LEGGI ANCHE:  [IFA 2016] Candy: arrivano gli elettrodomestici iper-connessi

Ma qual è la ricetta di questo successo? Semplice: l’IoT, ossia l’Internet of Things. Candy infatti ha prontamente intuito le potenzialità di questo nuovo settore, posizionandosi così come leader assoluto nella connettività applicata agli elettrodomestici e nelle Smart Appliances.

È per questo motivo che tutti i nuovi prodotti nascono con l’intento di essere connessi, non solo perché questo aiuta a mantenere l’azienda al primo posto ma perché le consente di raccogliere dati preziosissimi.

A spiegarlo durante la conferenza stampa è stato Beppe Fumagalli, CEO di Candy, che senza mezzi termini ha dichiarato che nel prossimo futuro il valore delle aziende sarà correlato al numero di utenti connessi. Questo perché – spiega il fratello Aldo Fumagalli, Head of Washing and Smartness Business Sector – le informazioni raccolte grazie agli elettrodomestici connessi alla rete sono inestimabili. Da un lato infatti permettono di monitorare i comportanti dei consumatori e di capire il lavoro livello di gradimento, dall’altro invece si rivelano una preziosa fonte per gli ingegneri, che possono sfruttare i dati per migliorare i prodotti, sia tramite aggiornamento software sia con la progettazione di elettrodomestici migliori.

Naturalmente aggiungere la connessione Internet ai nostri device non è sufficiente a fare innovazione, men che meno a mantenere la leadership del settore. Nasce quindi con lo scopo di alzare ulteriormente l’asticella il forno smart Candy Watch&Touch, presentato all’IFA di Berlino lo scorso anno e poi al Salone del Mobile di Milano qualche settimana fa. Questo prodotto – davvero unico nel suo genere – integra all’interno della porta un enorme display full touch con cui è possibile gestire tutta la preparazione del cibo, guardando prima le ricette e poi avviando la cottura. Se poi volete sapere quanto manca alla vostra cena, vi basterà sfruttare la telecamera posto al suo interno per controllare la situazione.

Candy però non si ferma qui. Durante la presentazione milanese dei risultati dell’azienda per il 2016, Aldo Fumagalli ha voluto mostrare qualcosa di assolutamente inedito: una “nuova” intelligenza artificiale. Basata sull’assistente vocale di Google, questa IA verrà integrata all’interno dell’applicazione Simply-Fi di Candy e vi aiuterà a gestire al meglio i vostri elettrodomestici, a partire ovviamente dell’intramontabile lavatrice.

Insomma, l’azienda lombarda non sembra intenzionata a perdere il suo primato e si conferma pronta ad innovare in ogni area possibile. Chissà cos’altro avrà in serbo per noi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto + dieci =