AMD e i suoi partner, tra i quali spuntano nomi come BenQ, LG Electronics, Nixeus, Samsung e Viewsonic, hanno presentato al CES 2015 i primi monitor compatibili con FreeSync, tecnologia pensata principalmente per i videogiocatori e nata per eliminare i problemi di screen tearing che possono occasionalmente sorgere e disturbare lo spettatore.

In questo modo, AMD dà prova del suo impegno nel voler offrire ai gamer la migliore esperienza visiva possibile, grazie anche alle schede grafiche AMD Radeon R-Series e all’attuale generazione di APU. L’effetto che i nuovi monitor avranno sul gaming è quello di eliminare i lag di input, garantendo così un’esperienza di gioco fluida, e di eliminare eventuali difetti visivi. Ci sarà un’ampia gamma di scelta tra i monitor, che avranno dimensioni che vanno dai 24 ai 34 pollici e supporteranno una frequenza di aggiornamento tra i 30 e i 144 Hz, oltre ad avere una risoluzione tra i 1080p e l’Ultra HD.

«L’ampia adesione alla tecnologia FreeSync da parte dei nostri partner mostra come l’industria valuti allo stesso modo gli ecosistemi aperti e la qualità che AMD si impegna a ricercare» commenta Roy Taylor, corporate vice president, ISV/IHV Partner Group, AMD. «I gamer che utilizzano la tecnologia FreeSync con le schede grafiche AMD Radeon R-Series e con l’ultima generazione di APU possono stare certi di star godendo della migliore esperienza possibile».

I monitor, prodotti da BenQ, LG Electronics, Nixeus e Samsung, verranno lanciati sul mercato a partire da questo mese, con nuovi modelli in arrivo nel corso dei primi mesi del 2015.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 + 8 =