Non vedevamo un dinosauro verde tanto simpatico dai tempi di Denver. Ma è giunto il momento di prepararci, perchè i CogniToys, giocattoli educativi intelligenti, stanno per arrivare e sono pronti a ridefinire il modo in cui i nativi digitali giocano.

Il dinosauro CogniToys, nuovo gioiellino creato dalla start-up Elemental Path di New York in collaborazione con IBM, permette ai piccoli di intavolare allegre conversazioni con il loro piccolo amico. Pensateci: per la prima volta il sogno di ogni bambino diventa realtà.
Ma la cosa che rende questa tecnologia ancora più speciale è l’utilizzo dell’intelligenza artificiale Watson, il Cognitive Computing Engine di IBM, che consente ai giocattoli non solo di ascoltare e di rispondere, ma anche di evolversi, imparando e crescendo contemporaneamente con e grazie al bambino stesso.

Tutti i contenuti vengono controllati e gestiti tramite una piattaforma cloud a cui il gioco è collegato e che dovrebbe anche offrire un pannello di controllo accessibile tramite app dai genitori per monitorare i progressi dei figli. Path Elemental e IBM hanno affermato che tutti i dati analizzati dal sistema verranno resi anonimi e mai condivisi senza il consenso dei genitori.

cognitoys gioco interattivo

Gli algoritmi di elaborazione del linguaggio, il software di riconoscimento vocale e le capacità di apprendimento di CogniToys promettono di far sviluppare l’intelligenza artificiale insieme al bambino cui è affidato.

Premendo il pulsante sulla pancia del dinosauro, il bambino potrà parlare direttamente ad esso, fargli migliaia di domande, ascoltare una serie di storie, barzellette e rime, rispondere a quiz, imparare l’ortografia, il vocabolario, la matematica.
Il “carattere” del dinosauro sarà adatto e proporzionato all’età del bambino, e personalizzato in base alla sua interazione: imparerà infatti i suoi interessi, i suoi giochi e colori preferiti. E più l’interazione aumenterà, più i contenuti educativi diventeranno impegnativi, facendo crescere la sfida dell’apprendimento.

Il progetto è in corso di finanziamento su Kickstarter, dove in pochi giorni ha già superato i 145,000 dollari e dovrebbe essere pronto negli Stati Uniti il prossimo novembre.

Marina Belli
Molti tatuaggi e una laurea magistrale in Informatica Umanistica. Dopo un anno e mezzo di dottorato di ricerca in Interazione e Ambienti Virtuali sono scappata a New York. Una volta tornata, ho iniziato ad occuparmi a tempo pieno di web e social media. Toglietemi tutto ma non i miei libri e il mio gatto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × cinque =