Ford GT porta su strada le incredibili emozioni della supercar nella sua declinazione racing, grazie alla presenza di oltre 50 sensori per monitorare le prestazioni e il comportamento del veicolo, l’ambiente esterno e i comandi del driver. Si ha così un’esperienza di guida ottimizzata, abbinata al comfort tipico di un’auto pensata solo per la guida su strada. Nei prossimi 4 anni, solo 1.000 clienti potranno vivere il sogno di guidare la versione stradale della supercar, e potranno farlo senza rinunciare ai comfort tipici delle Family Car di Ford.

La Ford GT è infatti dotata di sensori di ultima generazione, in grado di gestire in tempo reale ogni parametro relativo alla supercar: dalla posizione dei pedali, del volante e dello spoiler posteriore, al tasso di umidità dell’aria, fino al livello di insolazione. Vengono acquisiti 100 GB di dati all’ora, elaborati da oltre 25 moduli elettronici integrati tramite un software.

“I sofisticati sistemi di calcolo integrati a bordo della Ford GT, si evolvono di pari passo con l’architettura automobilistica della supercar, al fine di migliorarne le prestazioni e offrire una sempre maggiore versatilità e flessibilità – ha commentato Dave Pericak, Global Director di Ford Performance. – Attraverso un monitoraggio costante dei comandi, del carico e delle condizioni di guida, abbiamo modellato il profilo della supercar ottimizzandone le reazioni, riuscendo a fare in modo che la Ford GT garantisse la medesima reattività e stabilità sia ai 300 km/h sia ai 30 km/h”.

Molti dei sensori e dei moduli elettronici implementati consentono di mettere in relazione costante le informazioni relative al motore, ai controlli di stabilità, alle sospensioni attive e ai sistemi di aerodinamica attiva con i parametri del selettore delle modalità di guida. Altri sensori servono per assicurare il massimo del comfort sia in pista che su strada, garantendo la regolare funzionalità del sistema di connettività e comandi vocali avanzati SYNC 3 di Ford e del controllo automatico del climatizzatore.

Un’ulteriore soluzione innovativa, sviluppata per offrire ai piloti al volante della Ford GT un’esperienza di guida alla velocità estrema di 347 km/h, include la posizione di seduta fissa. La base della seduta del conducente è stata assicurata nella posizione che ha permesso agli ingegneri del Team Ford Performance di modellare il telaio in fibra di carbonio con la più bassa sezione frontale possibile, al fine di ottimizzare al massimo le prestazioni aerodinamiche.

Durante lo sviluppo della Ford GT, abbiamo lavorato contemporaneamente sia sulla versione stradale sia su quella da corsa, approccio che ci ha permesso di elaborare soluzioni innovative come la cella di sicurezza integrata per la versione stradale che, grazie all’aggiunta di un piccolo numero di componenti, riesce a soddisfare anche i requisiti in materia di sicurezza del campionato FIA – ha raccontato ancora Pericak. – Ogni singolo componente della Ford GT – dal turbocompressore al porta tazza – è stato sviluppato ponendo sempre al centro l’esperienza di guida”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 + 9 =