Google Pixel 2: specifiche, informazioni hardware e funzionalità trapelate fino ad ora

Google Pixel 2, tutto quello che sappiamo fino ad ora su caratteristiche, hardware, sistema operativo e disponibilità dei nuovi dispositivi di Big G

I nuovi Google Pixel stanno per arrivare: il 4 ottobre Big G presenterà ufficialmente i celeberrimi smartphone dotati di sistema operativo Android in versione “pura”. Ecco tutto quello che sappiamo fino ad ora a riguardo di specifiche tecniche, estetica e probabili prezzi.

Google Pixel 2: anche quest’anno la collaborazione con HTC potrebbe continuare, ma la versione XL sarebbe stata affidata ad LG

Pare che non ci siano grandi dubbi a riguardo, anche per la seconda versione del Pixel, il gigante di Mountain View pare abbia prediletto la collaborazione con l’azienda taiwanese. Tuttavia, pare certo che per la versione gigante dei nuovi smartphone Google, la progettazione sia stata fatta in collaborazione LG. Neanche in questo caso, si tratta di una sinergia nuova.

Google Pixel 2 e versione XL: linee estetiche differenti, per la versione gigante si passa al rapporto di schermo 18:9

Gli ultimi render, permettono di avere un’idea molto chiara di come saranno esteticamente i nuovi device di Big G. Da un lato, lo smartphone non differisce troppo dai primi Pixel: corpo in metallo, linee estetiche molto semplici, assente il jack audio da 3,5mm ma presente un doppio speaker audio stereo frontale. Il display, da 5″, pare godere di normali cornici superiori ed inferiori.

Per Google Pixel 2 XL, le cose sembrano un po’ diverse. Innanzitutto, il display da 6″ dovrebbe godere di rapporto 18:9. Questo, quasi certamente, per risultare degno rivale dei vari flagship di LG e Samsung. I bordi però non saranno completamente assenti, piuttosto risulteranno parecchio ridotti. Per il resto, anche in questo caso l’estetica non sembra stravolta rispetto al passato ed è assente il jack audio da 3,5mm.

In entrambi i casi, le fotocamere sembrano essere parecchio sporgenti e non mancano l’USB Type-C ed il lettore d’impronte digitali posizionato sul posteriore.

Hardware in linea con gli attuali concorrenti di mercato

Arrivare per ultimi sul mercato, può essere una bella responsabilità. Bisogna fronteggiare un bel po’ di monstre già disponibili. Google però, da sempre, poco teme la concorrenza. I suoi smartphone sono il nirvana di ogni device Android. Quindi c’è da preoccuparsi poco.

Ad ogni modo, a livello di scheda tecnica, Pixel 2 e Pixel XL sono il linea con i principali concorrenti. Qualcomm Snapdragon 835 come processore e 4GB di memoria RAM per entrambi. Il taglio di storage interno si dovrebbe fermare a 64GB per lo smartphone, mentre sarebbe prevista la variante da 128GB per il phablet. Abbandonata l’ipotesi, abbastanza improbabile, di uno Snapdragon 836.

Quanto ai display, un classico IPS LCD da 5″ con risoluzione FHD per Pixel 2 ed un 6″ OLED con risoluzione 2K e rapporto 18:9 per Pixel 2 XL. Pare che LG sia pronta a sfoderare i suoi migliori display anche sui device Google, dopo averlo fatto con V30.

Le fotocamere dei dispositivi (probabilmente da 12MP), anche quest’anno, sembra che non godranno di stabilizzazione ottica. Big G, tramite suoi portavoce, ha già spiegato l’inutilità e l’ingombro dell’hardware necessario per dotare uno smartphone di OIS. Secondo l’azienda, nei video è fondamentale la stabilizzazione elettronica, presente già sui primi Pixel. Nelle fotografie eseguite in condizioni di scarsa luminosità, invece, l’OIS può essere sostituito da un buon algoritmo software in grado di sistemare le immagini subito dopo lo scatto. In effetti, con i primi Pixel, Google sembra aver centrato l’obiettivo.

Fra le diverse forme di connettività, sembra quasi certa la presenza del Bluetooth 5.0. Del resto, non goderne sarebbe un vero punto di debolezza rispetto alla concorrenza (magari non temuta, ma assolutamente impossibile da ignorare! ndr). Probabile anche la presenza di certificazione IP68, che renderà i dispositivi resistenti a polvere ed immersioni in acqua fino a 30 minuti e per una profondità massima di 1,5 metri.

Quanto alla batterie, l’unica certezza è che in entrambi i casi sarà non rimovibile, così come la scocca. Il dubbio che non saranno dotate di amperaggio sufficiente assale gli utenti, che hanno visto l’arrivo sul mercato di super top di gamma con batterie decisamente più piccole di quanto ci si aspettasse. Del resto, è il prezzo da pagare per avere smartphone sempre più sottili e pieni di sensori. Lo spazio viene razionalizzato e si punta a prolungare l’autonomia energetica intervenendo via software. Ovviamente, non mancano sistemi di ricarica rapida sempre più performanti, che possano almeno ridurre i tempi di ricarica.

L’arrivo sul mercato è previsto direttamente con Android Oreo 8.1

Impossibile avere incertezze sulla versione del sistema operativo che adotteranno i nuovi device del gigante di Mountain View. Android Oreo, aggiornato all’ultima versione, in tutta la sua purezza. Interfaccia pulita e tutte le nuove funzionalità che l’ultima versione dell’OS del robottino verde porta con sé.

Pare però, che per Pixel 2 XL sarà fatta una piccola eccezione: il phablet potrebbe essere equipaggiato con una particolare funzione, molto simile alla “Squeeze” presente su HTC U11. Basterà quindi “spremerlo” per svolgere determinate azioni.

Prezzi e disponibilità

Lo scorso anno, l’arrivo dei dispositivi solo in alcuni paesi, ha spiazzato gli utenti. Alcuni non si sono persi d’animo e lo hanno recuperato dall’estero, altri hanno rinunciato all’impresa. Non sono mai stati completamente chiari i motivi che hanno spinto Google a questa scelta. Il limbo è fra l’adozione di una particolare strategia di mercato e l’impossibilità di produrre unità sufficienti a soddisfare tutto il pubblico.

Un altro fattore, che lo scorso anno ha fatto discutere non poco, è legato ai prezzi elevatissimi. Negli Stati Uniti i prezzi al lancio erano di 649$ e 749$ rispettivamente per Pixel e Pixel XL. In Europa erano anche più alti. Quale sarà la strategia di quest’anno, lo scopriremo solo al momento della presentazione ufficiale.

I nuovi dispositivi saranno ufficializzati fra pochi giorni. Big G ha fissato per il 4 ottobre la sua abituale conferenza di inizio autunno. In questo contesto, Pixel 2 Pixel 2 XL saranno certamente svelati. Con loro, scopriremo prezzi, disponibilità e – soprattutto – mercati di vendita!

Ovviamente, Tech Princess seguirà l’evento in diretta streaming e saremo pronte ad informarvi in tempo reale su tutte le novità che Google ha in serbo per i suoi utenti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 + undici =