Graveyard Keeper, ovvero come gestire un cimitero nel Medioevo

Vediamo in azione l'atipico simulatore gestionale di Lazy Bear Games.


Graveryard Keeper è il titolo di una curiosa produzione indie nata in quel di San Pietroburgo (Russia) presso gli studi di Lazy Bear Games. Parliamo di un simulatore gestionale che ci riporterà nel Medioevo, dove vestiremo i panni di un annoiato becchino, alle prese con la solita routine quotidiana: lapidi, cadaveri… e dungeon.

Il publisher Tiny Build Games ha dunque diffuso il primo trailer gameplay del gioco, in cui possiamo ammirare le originali meccaniche dell’opera di Lazy Bear.

Come trasformare un cimitero in un business

Presentandosi come “un simulatore gestionale medievale storicamente inaccurato”, Graveyard Keeper spingerà i giocatori a prendere delle importanti decisioni etiche.

Perché spendere soldi per quell’hot dog quando hai tante “risorse” che ti circondano? I cadaveri non hanno più bisogno del loro sangue, dunque perché non rivenderlo a qualcuno che ne faccia buon uso? Magari potrebbe tornargli utile anche un arto extra…

Esploreremo il mondo di gioco alla ricerca di oggetti che ci consentiranno di migliorare ed espandere il nostro cimitero, al fine di trasformarlo in un vero e proprio business. Durante le fasi esplorative ci imbatteremo anche in alcuni dungeon – parliamo pur sempre di un setting medievale – e, chissà, magari lì troveremo quel veleno potenzialmente letale che potrebbe o non potrebbe avvelare l’intero villaggio. “Capitalismo”, dicono.

Graveyard Keeper è questo e molto altro ancora. Il titolo di Lazy Bear Games approderà su PC e Xbox One nel corso del 2018, ma al momento non abbiamo ancora una data specifica. La buona notizia è che sul sito ufficiale del gioco potrete registrarvi per accedere alla versione Alpha del gioco – e provare in anteprima il bizzarro gameplay di questo indie.