Che siate alla ricerca di un regalo di Natale o, più semplicemente, di un’atmosfera “d’altri tempi”, i mercatini dell’antiquariato restano i luoghi ideali dove poter trovare piccoli e grandi tesori con cui soddisfare la vostra sete di collezionismo.

Ecco dunque una selezione dei cinque migliori mercatini d’Italia, a cura di Momondo, la piattaforma digitale di ricerca voli e hotel.

Momondo per una Top 5 all’insegna del vintage

Fino a qualche anno fa i mercatini dell’antiquariato si rivolgevano a una nicchia ristretta di italiani, ma di recente questo mondo è tornato alla ribalta. Questi eventi non si limitano a offrire ai visitatori una vasta selezione di cimeli, ma rappresentano inoltre un’occasione speciale per visitare i magici luoghi che ospitano tali appuntamenti. Scopriamo quali sono i mercatini più popolari del Bel Paese, attraverso la Top 5 di Momondo.

1. Grandi mercati di Cherasco (Cuneo)

Lo scorso 3 dicembre si è svolto il Mercato dell’antiquariato e del collezionismo di Cherasco, in provincia di Cuneo. L’evento, giunto ormai alla sua 100esima edizione, si ripete tre volte all’anno e il prossimo appuntamento è previsto per il 25 marzo 2018, giorno in cui la cittadina piemontese accoglierà oltre 600 banchisti e migliaia di visitatori.

Cherasco è un vero e proprio gioiello ricco di storia e architettura che attira numerosi turisti, anche grazie alla sua enogastronomia, che include il Barolo Mantoetto della Cantina Fracassi, le famose lumache di Cherasco e i baci di cioccolato fondente e nocciole di Barbero.

2. Mercatone sul Naviglio Grande (Milano)

Il Naviglio Grande di Milano non è solo una delle migliori mete da visitare nel capoluogo lombardo, ma è anche il luogo perfetto dove poter trovare oggetti di ogni tipo, grazie al Mercatone dell’antiquariato. Con più di 380 espositori provenienti dal mondo dell’antiquariato e del collezionismo, negli anni l’evento milanese è diventato sinonimo di vintage.

È vivamente consigliato di visitare il mercato all’alba e di puntare direttamente alle bancarelle del lusso di seconda mano. Il Mercatone ha aperto le porte al pubblico lo scorso 17 dicembre.

3. Mostra mercato di Chiavari (Genova)

Anche il centro storico di Chiavari ospita un mercato dell’antiquariato, ogni seconda domenica del mese e il sabato che la precede, sin dal 1984. L’evento raduna espositori provenienti dal Centro e dal Nord Italia, ma anche dall’estero, con il contributo di Francia  e Germania e delle loro ceramiche, monili d’epoca, raccolte ludiche e molto altro ancora.

Sarà l’occasione perfetta, ad esempio, per poter acquistare una chiavarina, la tipica sedia in legno creata nel 1807 dall’ebanista Giuseppe Gaetano Descalzi. Il comune ligure non offrirà solo le bellezze del mercato, ma anche una comoda base per muoversi lungo l’intera Riviera di Levante, dove troverete anche degli eccellenti ristoranti.

4. Mostra scambio i Portici di Medicina (Bologna)

La Mostra scambio I Portici di Medicina, lanciata nel 2004, è diventata celebre anche al di fuori dei confini emiliani, attraendo antiquari, rigattieri e visitatori provenienti da tutta l’Italia settentrionale e centrale. La mostra si svolge ogni prima domenica del mese.

Medicina, la cittadina che ospiterà questo appuntamento, gode della presenza di fantastiche chiese barocche, edifici nobiliari e dei portici che consentono lo svolgimento della fiera stessa, in caso di maltempo. Un consiglio spassionato a tutti i visitatori e agli amanti del buon cibo: provate la cipolla di Medicina.

5. Mercato dell’antiquariato di Pissignano (Perugia)

Anche a Pissignano, Umbria, ogni prima domenica del mese si svolge un evento imperdibile per gli amanti dell’usato e del collezionismo. Il Mercato dell’Antiquariato conta ormai ben 250 espositori provenienti da tutto il paese, guadagnandosi i riconoscimenti come 1° Fiera dell’Umbria e come 4° Fiera d’Italia appartenente a questo genere.

Pissignano, in provincia di Perugia e nei pressi di Spoleto, non è molto lontana dalle Fonti di Clitunno, il parco naturalistico in cui troviamo le sorgenti dell’omonimo fiume e il tempietto situato sulle sue rive, incluso sei anni fa nella lista Unesco dei patrimoni dell’umanità.

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + venti =