La piattaforma applicativa modomodo, in collaborazione con nuMedia BiOS, l’Osservatorio dei Nuovi Media dell’Università degli Studi Milano Bicocca, ha realizzato un’infografica contenente i dati più significativi emersi da una ricerca riguardante le cosiddette “app di servizio“, cioè legate ai brand. L’indagine è stata condotta mediante la compilazione di un questionario da parte di un campione di circa 4000 utenti, in parte utilizzatori delle suddette app, in parte studenti universitari.

Ciò che è emerso è che, tra le motivazioni che spingono un utente a scaricare l’applicazione ufficiale di un brand sul proprio smartphone e tablet, ci sono le “funzionalità da negozio“, legate cioè agli acquisti o al punto vendita: il 61,4% degli italiani sono infatti favorevoli ad utilizzare la propria carta fedeltà in negozio direttamente dal proprio device. Un altro motivo che invoglia gli utenti a scaricare le app legate ai brand è la possibilità di ottenere sconti e promozioni: il 43,3% la ritiene una funzione molto utile e il 45,5% pensa che sia abbastanza utile.

Agli utenti piace anche avere la possibilità di avere accesso ad un’area personale in cui visualizzare il riepilogo delle proprie azioni, visualizzare gli acquisti o creare wishlist: è il 56,1% degli intervistati a ritenere che questo sia un aspetto molto utile di un’app di brand. I principali utilizzatori di app di servizio sono infine i ragazzi fino ai 19 anni, seguiti dai giovani tra i 25 e i 34 anni e dagli utenti che hanno tra i 35 e i 44 anni; è interessante notare invece come il 50% degli adulti intervistati, di età superiore ai 65 anni, non scarichi o non abbia mai scaricato applicazioni legate a brand.

«L’indagine che abbiamo realizzato in collaborazione con l’Osservatorio dei Nuovi Media dell’Università Bicocca conferma l’importanza delle app nella relazione tra il brand e i consumatori. Se utilizzato in modo strategico, il mobile permette infatti alle aziende di creare un’interazione di valore con i propri consumatori e di rafforzare l’engagement nei confronti del brand stesso. Un’interazione che i consumatori apprezzano e ricompensano, lo abbiamo rilevato nella nostra indagine e nei riscontri quotidiani che riceviamo da parte dei brand che hanno deciso di utilizzare la nostra piattaforma applicativa per lo sviluppo della loro mobile strategy», commenta Fabio Maglioni, founder di modomodo.

Di seguito l’infografica con i dati completi della ricerca. E voi le usate le app di servizio?

infografica modomodo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici + 19 =