Fino a poco tempo fa lo scanner era un oggetto quasi indispensabile e averlo a casa era praticamente obbligatorio. Serviva per digitalizzare documenti finanziari, per creare una copia digitale di carte d’identità e passaporti e persino per riuscire a “fotocopiare” i testi più svariati. Oggi le cose sono cambiate. Difficilmente infatti ci troviamo a scansionare e fotocopiare documenti e, quando capita, basta utilizzare il proprio smartphone per risolvere il problema.

Tutto questo però difficilmente si applica al mondo del lavoro. I fogli da digitalizzare infatti sono spesso tantissimi e sono necessarie precisione e velocità, caratteristiche che ho trovato in IRIScan Pro 5.

Compatto e velocissimo

Dimenticate i vecchi scanner. IRIScan Pro 5 è compatto, vanta un peso tutto sommato contenuto (1,4 kg) e può essere facilmente spostato, merito anche del supporto documenti a scomparsa che riduce al minimo l’ingombro.

A caratterizzarlo poi troviamo uno schermo OLED da 2,5 cm ed una serie di pulsanti che possono essere configurati. Sì, avete capito bene. Potete scegliere tra 9 azioni intelligenti, così da velocizzare ulteriormente le operazioni di scansione e conversione.

Sotto la scocca invece troviamo un concentrato di tecnologia che permette ad IRIScan Pro 5 di scannerizzare 23 fogli al minuto o 46 immagini al minuto in modalità fronte-retro. Una velocità davvero impressionante che – vi assicuro – faciliterà la vostra vita a professionisti e freelance.

Quello che manca invece è una memoria interna. Questo significa che per poter utilizzare la periferica dovrete necessariamente avere un computer a disposizione. Attenzione: lo scanner non viene alimentato con il cavo USB ma tramite l’apposito trasformatore, quindi assicuratevi di avere sempre una presa di corrente a portata di mano nel caso in cui voleste cambiargli posto.

Documenti, scansioni e conversioni

IRIScan Pro 5 non colpisce però solo per il design e la velocità di scansione.

Prima di tutto è in grado di scansionare qualsiasi cosa, questo significa che non dovete necessariamente limitarvi a digitalizzare i fogli A4. Potete infatti usare il supporto frontale per scansionare tessere sanitarie, carte d’identità e persino carte di credito, così come foto, biglietti da visite, ricevute e scontrini. Esiste inoltre una particolare modalità dedicata alla “carta lunga” che consente di scansionare documenti che raggiungono i 3 metri di lunghezza.

La scannerizzazione però è solo la prima parte. IRIScan Pro 5 include anche un pacchetto software composto da tre differenti programmi:

  • Readiris Corporate, pensato per convertire i documenti cartacei in PDF o nei formati Word o Excel. Volendo, potete anche avviare la sincronizzazione con il cloud, il che vi permette, ad esempio, di caricare i file su Dropbox;
  • Cardiris Corporate, dedicato ai biglietti da visita e progettato per digitalizzare tutte le informazioni in modo automatico, così non dovrete salvare i contatti in rubrica manualmente;
  • IRIScompressor PRO, ideato per dare vita a PDF leggeri, senza però compromettere risoluzioni e leggibilità del testo.

Naturalmente è grazie a questi software che potete sfruttare a pieno i tasti programmabili di IRIScan Pro 5. Pensate a tutte quelle volte in cui dovete digitalizzare fatture e ricevute per poi archiviarle in una cartella apposita. Con questo prodotto basta creare uno scorciatoia che scansiona il documento e lo carica su Dropbox, in una cartella dedicata. Semplice, veloce e comodissimo.

Vi segnalo infine una feature assolutamente unica. IRIScan Pro 5 sfrutta l’OCR – la tecnologia per riconoscimento ottico dei caratteri – per trasformare qualsiasi file in formato .wav. Sì, avete capito bene. In sostanza potete ricavare un file audio dai singoli documenti, così potete ascoltare qualsiasi testo, che sia la pagina di un libro o il verbale di una riunione.

IRIScan Pro 5: a chi è dedicato?

Ve l’avevo anticipato nell’incipit e voglio ribadirlo: credo fermamente che IRIScan Pro 5 non sia adatto alle famiglie e all’uso casalingo. Lo trovo invece perfetto per tantissime categorie professionali. Pensate a coloro che lavorano in ambito amministrativo e devono archiviare centinaia di documenti oppure a chi si occupa di contabilità e ha bisogno di conservare fatture, scontrini e ricevute. Oppure ancora, immaginate un avvocato alle prese con pagine e pagine di atti o ad un medico che vuole digitalizzare le cartelle cliniche dei pazienti. In tutti questi casi IRIScan Pro 5 può rivelarsi vitale.

A renderlo più adatto all’ambito lavorativo rispetto all’uso famigliare ci pensa anche il prezzo di questa periferica. La versione da noi provata infatti viene venduta a 299 Euro, ma esistono altre due versioni: IRIScan Pro 5 File a 499 Euro e IRIScan Pro 5 Invoice a 599 Euro. Cosa cambia? La versione File include un software che rinomina e classifica in documenti in modo semi-automatico, mentre Invoice include un programma analogo dedicato però alle fatture.