Kaspersky Lab ha recentemente condotto un’indagine dalla quale sono venute fuori informazioni interessanti: pare che, ogni mese, sono quasi sempre 23mila i device Android che vengono dichiarati persi o rubati. Dal momento che le foto dei viaggi sono considerate dagli utenti come i dati più importanti tra tutti quelli che sono contenuti all’interno del proprio device, Kaspersky Lab raccomanda di trattare con cura gli scatti preziosi delle vacanze, proteggendo in maniera adeguata i dispositivi mobile che catturano e archiviano i ricordi di tutta l’estate. Altrimenti anche queste foto andranno ad aggiungersi alla lista di quelle che sono andate perse o che sono state rubate.

Secondo un altro studio, sempre condotto da Kaspersky Lab, in tutto il mondo la percentuale di persone che ha perso o a cui è stato rubato un device si aggira intorno al 4%. Per oltre la metà di queste persone (57%) si trattava di un device Android, per il 29% di laptop e per il 21% di iPhone Apple.

Ci sono, tuttavia, alcune soluzioni antifurto semplici ed efficaci che potrebbero esservi utili. Le persone hanno ora la possibilità di attivare un segnale di allarme sul proprio device nel caso in cui venga sottratto e quindi di bloccare e localizzare il proprio dispositivo da remoto: è persino possibile scattare una foto di nascosto al responsabile se il telefono è stato rubato. Al momento, però, nonostante i rischi e la disponibilità di queste soluzioni, secondo Kaspersky solo il 15,8% degli utenti italiani (e il 22% degli utenti a livello globale) utilizza questa tipologia di applicazioni per proteggere il proprio dispositivo.