Bleenka è un’app dedicata al dating online, che si posiziona tra le app più seguite per le sue nuove funzioni e possibilità di utilizzo.

Al contrario dei classici siti o applicazioni dedicati agli incontri online, infatti, Bleenka 2.0 permette di entrare in contatto con chi si ritiene interessante pur rimanenedo totalmente anonimi, almeno finché la persona oggetto di interesse non ricambi l’invito a conoscersi.

Bleenka si può scaricare da App Store, Google Play o Windows Phone Store. Il suo funzionamento è piuttosto semplice: dopo aver effettuato il login tramite Facebook, si può iniziare in totale anonimato a mandare bleenk, cioè inviti, ai profili che si trovano interessanti. Se l’invito viene ricambiato, tra le due persone scatta un match, così che possano cominciare a conoscersi. I profili vengono proposti agli utenti sulla base di fattori come vicinanza geografica, gusti in comune o interessi condivisi.

L’inventore di Bleenka è Luca Martino, che ha realizzato il progetto con l’amico e co-fondatore Enzo Leonardi. «Bleenka è nata quando mi accorsi che molte persone si piacciono e non se lo dicono perché non trovano il momento giusto, o perché sono timidi, o per semplice orgoglio», commenta Martino. «Ritenevo ci fosse un vuoto da colmare in questo ambito: così ho ideato un’app che aiutasse a ‘rompere il ghiacchio’ consentendo alle persone di dichiarare l’interesse reciproco senza svelarsi, se non solo quando certi di piacersi entrambi. Inoltre mi resi conto che spesso l’interazione virtuale non si trasforma in un incontro reale e per questo Bleenka dovesse anche suggerire un luogo ideale per favorire tale incontro».

L’app ha ottenuto riconoscimenti durante alcuni eventi italiani dedicati alle start-up, come ad esempio lo Startup Weekend di Catania e la Startup Competition di Parma, e il suo primo prototipo è stato lanciato durante l’ottobre del 2013. La versione 2.0 dovrebbe approdare sugli store entro questo mese, con l’intento dell’azienda di avviare una campagna di pubblicità e consolidamento dell’utenza in Italia, oltre che aprire il business al mercato estero.

«Un sistema studiato nei minimi dettagli per fornire una user experience coinvolgente e intuitiva: dal design dell’interfaccia semplice e funzionale, alla sicurezza dei servizi per una maggior protezione dei dati dell’utente, alla selezione dei locali per organizzare incontri reali in contesti trendy e accoglienti, nulla è lasciato al caso» conclude Luca Martino.

Studentessa di Linguaggi dei Media con la passione per le notizie strane (e spesso inutili). Gamer da sempre, ricorda lunghe sessioni di Tetris alla tenera età di sei anni. Ama ciecamente tutto ciò che è geek o viene dal Giappone e legge qualsiasi cosa, dalle etichette dello shampoo a Game of Thrones.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 + 18 =