Michelin ha pubblicato oggi una nuova relazione sul comportamento automobilistico europeo durante il periodo più caotico dell’anno, quello delle vacanze.

Dai dati emersi sono riscontrabili particolari atteggiamenti comuni:

La metà degli automobilisti (50% tondo) sceglie di partire in agosto, mentre il resto dei turisti si concentra principalmente a luglio. Le destinazioni scelte sono per la maggioranza (84%) appartenenti ai confini nazionali, ma la media nasconde in realtà grandi differenze tra paese e paese. Italiani e spagnoli, per esempio, preferiscono rimanere nel proprio luogo natio, mentre i tedeschi si avventurano all’estero molto più frequentemente. 

Gli automobilisti europei dichiarano di percorrere da 300 a 600 km durante le vacanze, passando circa sei ore al volante. Inoltre, solo il 12% supera i 1000 km di viaggio.

In media, il 24% degli automobilisti si concede pause regolari alla guida, con almeno uno stop ogni due ore. La situazione è persino peggiore se si considerano i viaggi di 1.000 km e oltre, dove solo il 17% degli automobilisti si concede pause di tale frequenza. Uno studio complementare francese, datato maggio 2014, ha mostrato come più della metà degli automobilisti transalpini guidi per tutto l’intero viaggio, senza alternarsi mai con un partner.

Michelin_Report_GuidaAutomobilisticaPer viaggi lunghi ed estenuanti i viaggiatori verificano con attenzione lo stato del veicolo (livello dell’olio e pressione degli pneumatici). Allarmante è, però, l’attenzione rivolta all’usura degli pneumatici. Solo la metà degli automobilisti, infatti, conferma di verificarla.

Dettagli interessanti sono quelli legati all’utilizzo di strade ad alta velocità: nel corso dell’anno, la guida in una giornata media si verifica soprattutto su strade extra-urbane, per circa il 59% di tutti i viaggi. Ma con i viaggi a lunga percorrenza come le vacanze, la situazione si rovescia, con il 73% di tali viaggi effettuato su autostrade a più corsie. Di conseguenza, le velocità medie di guida raddoppiano nei viaggi a lunga percorrenza, da 42 a 89 km/h. Proprio per questo motivo è importante assicurarsi della buona condizione dei propri pneumatici, essendo questi trasmettitori di frenate e accelerazioni e assorbitori del peso del veicolo e dei sovraccarichi aerodinamici ad alta velocità.

Michelin_Report_GuidaAutomobilistica

Con tale report Michelin ha ribadito ancora una volta l’importanza dell’utilizzo di pneumatici di buona qualità ma, soprattutto, la necessità di un controllo regolare e di una manutenzione efficiente. 

E voi? A quale gruppo di guidatori appartenete? Controllate regolarmente i vostri pneumatici?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 − 5 =