Durante l’evento “Digital Difference in Retail“, Microsoft ed Eataly hanno presentato un nuovo progetto di trasformazione digitale che vede il bran emblema dell’enogastronomia italiana far leva sul Cloud Computing del colosso di Redmond per supportare la propria crescita.

Eataly però non è l’unica azienda che ha scelto di farlo. Stando alla ricerca del Retail Institute, l’82% delle attività ha già in corso progetti di Digital Trasformation, mentre il 9% sta cercando di capire da dove iniziare. I motivi per farlo? A dire il vero sono tanti: maggior produttività, miglior esperienza e maggior coinvolgimento dei clienti, maggior comprensione e previsione del mercato e una generale riduzione dei corsi. Tra le tecnologie più utilizzate invece troviamo il già citato Cloud Compouting, l’Internet of Things, il Machine Learning e l’Intelligenza artificiale, ma anche gli strumenti di Social Engagement, di Collaborazione, i CRM e l’analisi predittiva.

Il Retail rappresenta un settore strategico per la competitività del Paese in quanto ha il ruolo di cerniera tra aziende e consumatori e l’innovazione tecnologica può fare la differenza sostenendone la crescita e l’internazionalizzazione. – ha dichiarato Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. – Microsoft s’impegna da sempre per supportare la trasformazione digitale delle realtà attive nel mondo della distribuzione: ripensare l’organizzazione e i processi consente di arrivare a reinventare il percorso esperienziale del cliente inaugurando nuove esperienze più personali e connesse che fondano fisico e digitale. Per competere con successo in un mercato sempre più dinamico e conquistare un consumatore sempre più esigente è, infatti, fondamentale creare esperienze differenziate e personalizzate. Grazie al Cloud Computing e alle tecnologie intelligenti è possibile, rendendo più produttive le persone lungo la filiera e nei negozi e offrendo nuovi strumenti per anticipare i bisogni e rivoluzionare l’interazione con i clienti“.

Le nuove tecnologie rappresentano quindi un’opportunità per il mondo retail e il progetto di trasformazione digitale intrapreso da Eataly, grazie alla collaborazione con Microsoft e con il partner Capgemini Italia, dimostra come le importanti sfide riorganizzative imposte dal veloce sviluppo dell’azienda possano essere superate grazie al Cloud Computing.

In particolare Eataly ha deciso di affidarsi a Microsoft Dynamics 365, ma a breve vedremo anche i chat bot e l’integrazione dell’intelligenza artificiale del colosso americano. Inoltre, grazie agli strumenti di mixed reality, si potranno integrare all’esperienza d’acquisto luoghi diversi dal negozio.

Che ve ne pare?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 + otto =