Secondo l’International Travel Survey di momondo, quasi la metà degli italiani che prenotano una vacanza, si preoccupa di risparmiare sul prezzo di volo e alloggio, senza tener conto delle spese extra. Questo è infatti un fattore determinante per calcolare il budget necessario al viaggio e scegliere la destinazione a prova di salvadanaio.

Il 68% degli italiani riesce a fare solo una stima approssimativa del budget del viaggio, a causa della scarsa conoscenza della destinazione e del costo della vita nella meta scelta.

Risparmiare su volo e alloggio è l’obiettivo principale degli italiani al momento della prenotazione di una vacanza, ma le spese extra sono troppo spesso sottovalutate e sono una sorpresa (negativa) una volta tornati a casa, quando si tirano le fila del costo totale del viaggio – afferma Clizia L’Abbate, Head of Markets di Momondo, che continua: – Troppo spesso si ha la convinzione che meta lontana sia sinonimo di meta costosa, ma non sempre è così. Il costo alto del biglietto aereo si può infatti compensare con il costo della vita più basso una volta giunti a destinazione.”

Momondo ha quindi analizzato le mete più cercate dagli italiani, svelando quali sono quelle più convenienti rispetto all’Italia e quelle più care. Si rimane sorpresi dai risultati! Sono tantissime infatti le destinazioni lontane, anche oltreoceano, che richiedono lo stesso budget di mete vicine, entro i confini europei. Se allora la Spagna è più vicina e il volo per raggiungerla è meno costoso rispetto alla Thailandia, il costo della vita e quello dell’hotel è più alto rispetto al paese asiatico, comportando così la richiesta dello stesso budget totale! Cuba, Repubblica Domenicana, Thailandia sono solo alcuni dei tantissimi Paesi extraeuropei che ci sembrano spesso economicamente irraggiungibili se consideriamo come unico criterio di scelta il biglietto aereo.

Ecco la classifica delle destinazioni più cercate dagli Italiani, dalla più alla meno conveniente rispetto all’Italia: al primo posto troviamo Cuba: 70% più conveniente, seguito dalla Thailandia, Portogallo Repubblica Dominicana. Altre mete meno convenienti sono Spagna, Repubblica Ceca e Olanda, mentre i luoghi che riportano meno del 10% di convenienza sono USA, Francia UK.

Le spese extra sono quindi un fattore da non sottovalutare al momento della partenza, insieme anche al costo dell’hotel. Non dimentichiamo infatti che il prezzo delle strutture alberghiere varia di paese in paese ed è bilanciato al costo della vita. L’alloggio è quindi un altro fattore fondamentale che ci può consentire in alcuni luoghi un soggiorno più lungo con lo stesso budget a disposizione.

CONDIVIDI
Player da quasi 20 anni, a dispetto di nonne, nonno e zie. Se il primo amore non si scorda mai, chi si dimentica di Sir Daniel Fortesque? (salvo poi essere rimpiazzato da Squall, ma quanto è simpatico Crash?!) Appassionata di social, digital e qualsiasi cosa in evoluzione. Ah già, anche di videoludico. Ho cominciato nelle peggiori sale gioco per finire sulla multitasking PS4. Femminista? Forse. Gamer girl? Che importa, basta che ci sia da giocare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 + 4 =