Fan delle due ruote, a rapporto. Milestone porta la sua ultima fatica, MotoGP 18, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, per permettere agli appassionati e ai giocatori di provare in anteprima il nuovo simulatore motociclistico.

L’evento si terrà sabato 2 e domenica 3 giugno e nasce dalla collaborazione tra il Museo e Sony Interactive Entertainment Italia. I visitatori potranno cogliere tale occasione per accedere alla mostra I Colori del Motomondiale dedicata alla storia della MotoGP.

MotoGP 18, il reboot della serie in anteprima a Milano

Concepito come un vero e proprio reboot del franchise di Milestone, MotoGP 18 offrirà un’esperienza di gioco del tutto inedita ai fan di vecchia data. In primis c’è il un nuovo motore grafico, l’Unreal Engine 4, che donerà un migliore impatto visivo, una più realistica gestione della fisica e una riproduzione fedele di tutti gli elementi del gioco, dai piloti e i bolidi a due ruote ai circuiti più famosi di tutto il mondo.

Per la precisione, saranno 19 i tracciati presenti nel “roster” di gioco, compreso il nuovo circuito thailandese Buriram Internaitonal Circuit. I giocatori potranno dunque vestire i panni dei piloti ufficiali di tutte le classi dei campionati Red Bull MotoGP Rookies Cup, Moto2, Moto3 e MotoGP. Tutto questo sarà potrà essere scoperto attraverso la modalità Carriera e il multiplayer, su PlayStation 4, Xbox One e PC, a partire dal 7 giugno. Il gioco arriverà a breve distanza anche su Nintendo Switch.

MotoGP 18 potrà essere provato acquistando un normale biglietto di ingresso al Museo, lo stesso che potrete utilizzare per accedere alla mostra I Colori del Motomondiale.

Promossa da La Gazzetta dello Sport, Peraria, Motor Valley dell’Emilia Romagna e il patrocinio di Dorna, l’esposizione dedicata alla MotoGP ospita le motociclette storiche dei più grandi piloti, eccezionali scatti di gara e, soprattutto, le creazioni di Aldo Drudi, designer a cui dobbiamo un’intera collezione di caschi originali realizzati dagli Anni ’80 a oggi, appartenenti a campioni come Graziani Rossi e Valentino Rossi.