Secondo gli ultimi dati rilasciati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono oltre 285 milioni le persone affette da disabilità visive nel mondo, 39 milioni i ciechi totali e 246 milioni gli ipovedenti, di cui il 90% oltre i 65 anni. Nel nostro Paese, sono stati censiti oltre 380 mila non vedenti e 1 milione di ipovedenti.

Doro, leader mondiale nel mercato della telefonia semplificata per utenti senior, in partnership con Claria, fornitore pluripremiato di soluzioni mobile per persone affette da disabilità visive, hanno presentato – in occasione del Mobile World Congress 2015 – due nuovi smartphone, pensati e sviluppati per consentire anche a questa importante categoria di utenti di avere un telefono di riferimento.

Sia Doro 820 Claria che lasua  versione pocket, Doro 820 Claria Mini, sono stati sviluppati per utenti non vedenti con un’ accessibilità semplice e intuitiva: il design è particolarmente robusto e offre all’utente tutti i vantaggi che caratterizzano i telefoni Doro, come il design ergonomico, le suonerie amplificate, la facile maneggevolezza e i tasti fisici.

Doro e Claria hanno unito le rispettive tecnologie per realizzare un prodotto innovativo. – ha dichiarato Mauro Invernizzi, Country Director Italia di Doro – La competenza e la passione di Doro per la telefonia semplificata rispondono alle esigenze specifiche di una categoria di utenti poco considerata e che da oggi avrà un telefono di riferimento.

Doro Liberto 820 Claria

Il software Vox Claria integra un’interfaccia multimediale parlante che funge da guida per l’utente, e che rappresenta un aiuto concreto durante tutte le sue attività quotidiane e durante l’utilizzo dello smartphone stesso. La tecnologia Doro offre un suono chiaro e nitido, rappresentando un grande passo in avanti per gli utenti affetti da questa disabilità, che potranno così condividere un’esperienza uditiva unica.

La fotocamera dello smartphone agisce come un sensore intelligente all’interno del device: tra le diverse funzionalità integra il sistema di riconoscimento ottico dei caratteri (OCR), per leggere all’utente quello che sta inquadrando con il telefono, oltre che il riconoscimento dei colori, una funzionalità che può risultare utile durante l’acquisto di un regalo o mentre si sceglie l’abbigliamento da indossare la mattina. La guida vocale integrata accede inoltre al lettore musicale, alla posta elettronica, ad Internet e alle app per la lettura di libri, offrendo un’esperienza di utilizzo unica, semplice e completa dello smartphone grazie anche ad un’interfaccia molto intuitiva.

Siamo molto lieti di annunciare questa esclusiva collaborazione con Doro, che grazie alla sua presenza nei mercati di riferimento, ci consentirà di raggiungere un rapido sviluppo internazionale della nostra soluzione Claria” ha commentato Loïc Dubié di Claria.

Per ricevere ulteriori informazioni a proposito di questi innovativi smartphone vi invitiamo a visitare il sito di Doro.

Elena Moroni
Studentessa di lingue e letterature straniere, ha sempre il naso immerso in qualche libro, sia cartaceo che ebook. E' attratta da tutto ciò che può essere considerato tecnologico. Frequentatrice assidua di cinema, fra serie TV e videogiochi sogna di viaggiare lavorando e viceversa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 4 =