Un tempo funzionava più o meno così: si comprava un pezzo di terra (o si sfruttava il proprio giardino), si decideva cosa coltivare e si passavano mesi cercando di ottenere un risultato più che dignitoso, risultato ottenuto grazie alle conoscenze acquisite e ad un’innegabile costanza. Avere frutta o verdura fresca a casa era quindi un traguardo raggiunto con qualche sforzo e un po’ di fortuna perché, si sa, il tempo è sempre imprevedibile e una grandinata può sempre distruggere il duro lavoro di chi ha dedicato cura e attenzione alle proprie piante. Nel 2014 tutto ciò sta per cambiare grazie a Niwa.

Niwa è uno di quei progetti nati su Kickstarter che è impossibile ignorare ed il motivo è semplice: è una piccola rivoluzione. Non dovrete più preoccuparvi costantemente della corretta crescita di ciò che state coltivando perché a fare tutto ci pensa la vostra nuova serra . Tutto ciò che vi viene chiesto di fare è selezionare il tipo di pianta che avete deciso di seminare e al resto penserà questa serra completamente autonoma. Come? I suoi creatori hanno passato due anni a stretto contatto con contadini esperti per raccogliere tutte le informazioni necessarie a formare un database che contenesse tutte le indicazioni per la corretta crescita delle diverse specie. Pomodori, fragole, insalata… Non importa cosa avete scelto di coltivare perché basterà comunicarlo a Niwa che saprà automaticamente come comportarsi.

Lo so, due domande vi sorgono spontanee: come fa e come le diciamo cosa vogliamo far crescere.

Il come ha richiesto una progettazione decisamente avanzata, ma il risultato è sorprendente. Parliamo di una teca che può stare comodamente in salotto viste le dimensioni ridotte e che allo stesso tempo lascia ampio spazio alle piante, una teca che conta su moltissimi sensori che le permettono di nutrire le piante, innaffiarle, regolare la luce e la temperatura. Insomma, a prendersi cura delle vostre piante ci penserà lei regolandosi automaticamente.

Niwa sensori e funzionamento

Un modo efficiente che non solo vi consentirà di avere in casa qualche alimento sano ma che potrà tornarvi utile nel caso decideste di coltivare fiori, piante medicinali oppure una vegetazione un po’ più tropicale di quella a cui siamo abituati. Una comoda app vi permetterà infatti di dire a Niwa cosa c’è al suo interno in modo che si auto-regoli dopodiché avrete aggiornamenti costanti su quello che sta facendo e sulla salute della vostra pianta, aggiornamenti che potete vedere anche fuori casa perché la vostra serra è connessa al cloud per cui potete dormire sonni tranquilli anche se siete fuori casa per lavoro o per piacere.

Avete voglia di sperimentare? Potete sempre modificare i parametri relativi al controllo climatico o creare nuovi settaggi sfruttando le vostre competenze in materia e il vostro innato pollice verde.

Insomma, Niwa non solo permette ai più negati tra noi di far crescere piante che altrimenti morirebbero, ma regala un ambiente protetto e controllato a chi invece se la cava già egregiamente. Se vi ha conquistato potete già pre-ordinarla sul sito ufficiale. I prezzi vanno dai 349 dollari per la versione mini ai 449 per avere Niwa Premium. Tutto sommato, un vero affare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 1 =