Open Fiber e Vodafone hanno deciso di collaborare per portare ovunque la banda ultra larga in modalità Fiber To The Home (FTTH), la fibra che arriva direttamente nelle case e degli ufficio.

L’accordo, già attivo nelle prime 13 città cablate con infrastruttura in fibra ottica Open Fiber, è stato ora estero ad altre 258 città italiane comprese nei cosiddetti cluster A e B, ossia le aree nelle quali vive il 60% della popolazione.

Questa partnership strategica durerà fino al 2031 e punta a rafforzare il posizionamento di Vodafone come operatore pienamente convergente in grado di offrire ai propri clienti servizi basati sulle tecnologie a prova di futuro.

“L’ampliamento della nostra offerta in fibra FTTH grazie all’accordo con Open Fiber, insieme agli importanti investimenti di Vodafone per lo sviluppo delle reti mobili verso il 5G, consolida il nostro ruolo di acceleratore della trasformazione digitale al servizio di famiglie e imprese – dichiara Aldo Bisio, Amministratore Delegato di Vodafone Italia – Il modello di rete indipendente, alternativa alla rete in rame, rappresentato da Open Fiber apre la competizione sulla rete di accesso e stimolerà sempre più investimenti orientati all’innovazione dei servizi“.