Qual è la tecnologia più utile per l’auto al giorno d’oggi? A rispondere a questa domanda ci ha pensato l’Osservatorio UnipolSai 2015 che, incaricato da Nextplora, ha posto le applicazioni tecnologiche per l’auto sotto i suoi riflettori.

Tutte le innovazioni tecnologiche aumentano la sicurezza dell’automobile: lo sostiene quasi un milanese su cinque (18%).

Le auto senza guidatore saranno più sicure? L’idea che nel 2020 le auto potrebbero non aver più bisogno di essere guidate manualmente scatena tra i cittadini di Milano emozioni a dir poco contrastanti: il 16% ritiene che questa innovazione porterà a una riduzione del rischio di incidenti poiché verranno limitati gli errori umani alla guida. Allo stesso tempo, tuttavia, l’idea di milioni di auto in corsa senza un guidatore a sorvegliare la situazione spaventa il 29% degli intervistati. Per molti è comunque ancora un’ipotesi lontana: oltre un milanese su tre infatti non crede che questa nuova rivoluzione dei trasporti arriverà in così breve tempo e il 14% teme che, con questa innovazione, guidare non potrà più essere il piacere che rappresenta oggi.

L’evoluzione tecnologica sta diffondendo sempre più la connessione fra automobili, internet e app, e anche in questo caso i giudizi dei milanesi si dimostrano quanto mai diversi: reazioni positive per il 30% degli intervistati, con un 22% che ritiene questa connessione comoda e di aiuto – basti pensare a navigatori, mappe e applicazioni simili – e un 8% che crede sarà facile usare le app di bordo per le prossime generazioni. Il 32% ritiene però che troppa tecnologia sia pericolosa, poichè “distrae dalla guida”, quota che cresce fino al 41% tra i giovani evidenziando come anche le fasce “verdi” siano sensibili al tema sicurezza.

Anche in relazione alle auto connesse, la sicurezza trova spazio nei pensieri dei milanesi: per l’11% degli intervistati, infatti, l’importante resta che un’auto “consumi il giusto e sia sicura”.

Su una cosa però tutti gli intervistati sembrano essere d’accordo: il sistema di controllo di frenata è l’innovazione tecnologica su cui tutti dovremmo poter contare.

Cosa ne pensate? Siete d’accordo con i risultati emersi da questa ricerca?

Elena Moroni
Studentessa di lingue e letterature straniere, ha sempre il naso immerso in qualche libro, sia cartaceo che ebook. E' attratta da tutto ciò che può essere considerato tecnologico. Frequentatrice assidua di cinema, fra serie TV e videogiochi sogna di viaggiare lavorando e viceversa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − 9 =