L’Italia è un paese di oggetti in movimento: si stima che ogni anno vengano spediti circa 5 milioni di tonnellate di pacchetti o prodotti postali. Sempre più italiani scelgono poi di affidare le proprie spedizioni, oltre che alle Poste, ai servizi di e-shipping, che indubbiamente permettono di controllare e organizzare al meglio i dettagli dell’operazione.

Della schiera dei corrieri online fa parte PackLink, giovane azienda che in un solo anno di attività ha avuto un traffico di circa 100.000 pacchi gestiti. L’azienda ha analizzato e reso pubblici i dati relativi alle spedizioni degli italiani, ricavandone un quadro molto interessante per quanto riguarda tendenze e destinazioni.

TechPrincess_PackLink_Logo

Cominciamo dal contenuto: i pacchetti spediti dall’Italia contengono soprattutto capi d’abbigliamento. A seguire si trovano libri, oggetti d’elettronica, attrezzature per lo sport, prodotti alimentari, cosmetici e materiale per l’ufficio: solo all’ultimo posto si trovano i documenti, dato assolutamente in linea con la graduale eliminazione dei supporti cartacei a favore di quelli elettronici. Cibo, vestiti e cosmetici sono poi tra i prodotti più tipici del nostro Paese, quindi non stupisce trovarli in classifica.

Per quanto riguarda le destinazioni, i dati sono sorprendenti: solo il 15% delle spedizioni effettuate dagli italiani vengono consegnate entro i confini nazionali. Il podio delle regioni più attive in questo ambito è piuttosto variegato: Campania e Lombardia dominano la classifica, seguite da Lazio, Veneto e Toscana, a riprova del fatto che in questo ambito non ci sono distinzioni nette tra il Nord e il Sud del paese. Il 68% delle spedizioni preparate dagli italiani è invece destinata ad arrivare all’estero, in particolare in Germania, Francia, Spagna e Regno Unito. Il restante 17% analizzato riguarda invece i prodotti che dall’estero vengono importati in Italia: PackLink rivela che le spedizioni destinate agli italiani arrivano dagli stessi paesi cui gli italiani spediscono merce, quindi Spagna, Regno Unito, Francia e Germania.

Mettendo insieme i dati, PackLink ha delineato il profilo dell’utente ideale che utilizza i servizi di e-shipping: si tratta di un individuo attento alla moda e alle tendenze, tanto culturali quanto tecnologiche, che proviene da una regione attiva e che intrattiene volentieri relazioni commerciali con l’estero.

Vi ci ritrovate? E, soprattutto, usate spesso i servizi di e-shipping come PackLink per le vostre spedizioni?

Studentessa di Linguaggi dei Media con la passione per le notizie strane (e spesso inutili). Gamer da sempre, ricorda lunghe sessioni di Tetris alla tenera età di sei anni. Ama ciecamente tutto ciò che è geek o viene dal Giappone e legge qualsiasi cosa, dalle etichette dello shampoo a Game of Thrones.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − 14 =