Cosa fa un regista? Cosa fa il direttore della fotografia? Chi è il produttore di un film?

A meno che non apparteniate alla categoria dei “Scappo dal cinema appena il proiezionista accende le luci in sala”, saprete che la fine di ogni lungometraggio, compresi quelli che guardate seduti sul vostro divano, è accompagnata da un lungo elenco di nomi in bianco su sfondo nero.  Ma chi sono questi sconosciuti? Semplicemente tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del film, con i relativi ruoli. Partiamo quindi con un lungo viaggio nel mondo del cinema, fatto di ruoli, pellicole, colpi di scene ed effetti speciali.

Chi è il Regista?

Sicuramente tutti saprete chi è il regista e conoscerete i nomi di personaggi famosi come Federico Fellini, Steven Spielberg, Alfred Hitchcock, Peter Jackson e molti altri, ma sapete realmente in cosa consiste il loro lavoro? No, usare il megafono per dire “azione” e “stop” mentre stanno seduti su una sedia con scritto il loro nome non esaurisce i compiti del regista. Il director dirige prima di tutto la prima la parte tecnica del set e le figure che se ne occupano, ossia direttore della fotografia, tecnico luci, fonico, cameraman,  e attrezzisti, per poi occuparsi di chi, il film, deve renderlo godibile per gli spettatori: gli attori.

È come se fosse il proprietario di un’azienda: deve sempre sapere cosa fanno i propri “dipendenti”, deve istruirli su ciò che devono fare e infine deve controllare che il lavoro venga svolto al meglio. In sostanza deve dirigere il set per fare in modo che l’idea che si è creato nella sua testa dopo aver letto il copione diventi realtà.

Per capire bene il suo lavoro, non vi propinerò il solito manuale di cinema pesantissimo composto con centinaia di pagine da leggere, ma voglio consigliarvi un film che, a mio parere, lo rappresenta al meglio. Il lungometraggio in questione è “Hitchcock“, di Sacha Gervasi, basato sulla storia di come il famoso regista Alfred Hitchcock abbia deciso di girare uno dei suoi lavori più famosi: “Psycho“. Un buon modo per immergervi nel lavoro del director godendovi per altro una pellicola splendida.

Il DOP?

Oddio cos’è? È una strana malattia? C’entra qualcosa la scritta denominazione di origine protetta?“. No, il DOP non è altro che il direttore della fotografia (director of photography) ossia colui che aiuta il regista a scegliere l’inquadratura migliore e controlla nei minimi dettagli come le luci “cadano” sui protagonisti e se le persone riprese sono illuminate nel modo corretto. Gestisce sia la parte luci sia i cameraman, dando loro le indicazioni giuste su come tarare le telecamere. Al momento l’unico direttore della fotografia che viene raccontato in un film/telefilm (di cui perlomeno io abbia ricordo) è il personaggio di Duccio in “Boris“, serie tv italiana sul mondo del cinema.

Cosa fa il produttore?

Comunemente si pensa al produttore come quella persona ricca che investe i suoi soldi in un film. In parte è vero, ma non fa solo quello. Oltre a essere il finanziatore della pellicola, gioca un ruolo molto importante nella creazione, perché, insieme al regista, sceglie gli attori, tutta la parte tecnica (cameraman, direttore della fotografia, tecnico luci, attrezzisti, gaffer, runner, ecc…) e li segue durante tutta la produzione.

Diciamo che il producer è un lavoro che si basa un po’ sull’azzardo: si sceglie un regista famoso, si punta agli attori in voga e poi si spera che il risultato sia un blockbuster milionario. Non sempre ovviamente l’investimento del produttore viene ripagato dai risultati al botteghino ma non temete, difficilmente andrà in bancarotta per un solo film riuscito male.

Per farvi un’idea degli oneri di questa figura vi invito a guardare  “The Producers – Una gaia commedia neonazista”, film musical di  Susan Stroman. La produzione di uno spettacolo teatrale, come vedrete in questo film, non è molto differente da quella di un film vero e proprio.

Non mi resta che augurarvi buona visione. Se avete domande o curiosità sul mondo del cinema o su delle pellicole in particolare, scrivetemi. Sarò lieta di svelarvi alcuni segreti del mestiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 3 =