Tale padrone, tale cane” si usa spesso dire: e se noi possediamo fior fior di tecnologia, tra smartwatch e activity tracker, può Fido non meritarsi qualche gadget ugualmente funzionale e cool?

WÜF è il primo collare totalmente intelligente mai creato dall’uomo per il suo migliore amico. All’apparenza un semplice accessorio come altri, nasconde in realtà una tecnologia a misura di cane: al suo interno si trovano infatti una serie di comodità che semplificheranno la vita al bau e al suo padrone.

WÜF contiene strumenti utili al team responsabile per comprendere il comportamento del cane e la relazione col suo padrone, così da poter fornire consigli utili e personalizzati tramite l’app correlata. Grazie al microfono potranno analizzare il tipo di abbaio e le cause, mentre il GPS, oltre ad essere utile in caso di fughe dell’animale, permetterà di capire se si tratta di un cane territoriale o meno, se rispetta cioè le direttive del padrone. L’accelerometro serve poi ad apprendere quanto movimento fa durante la giornata, così da stabilire l’esatta quantità di cibo che gli va somministrata per farlo rimanere in forma; il Bluetooth, invece, permette al collare di connettersi con i dispositivi “smart” presenti in casa.

TechPrincess_WUFcollar

Il collare WÜF va però ben oltre la semplice analisi di dati da parte di un team di esperti. Dentro il collare è presente un mini speaker che permette al padrone di interagire con il proprio cane anche a distanza: quando, ad esempio, si trova al lavoro e vuole fare un salutino al cane, ma anche al parco se vuole richiamare la sua attenzione anche quando si allontana. Grazie al GSM integrato, che supporta connessioni 2G e 3G, sarà poi possibile rimanere in contatto con Fido anche a distanza, separati da ore di viaggio e fusi orari.

WÜF è un dispositivo unico. Concentrandosi sui bisogni del cane, anche quelli che magari il padrone non comprende, è il device perfetto per chi ha degli amici a quattro zampe particolarmente irrequieti o impauriti senza motivi apparenti, ma anche a chi semplicemente non vuole sbagliare nell’educazione del proprio cane, o chi vuole instaurare con lui un rapporto di amicizia ancor più profondo.

WÜF esiste già e non esiste ancora. Esiste già perché i suoi creatori hanno raggiunto quasi il doppio di quanto richiesto originariamente per il progetto sulla pagina dedicata su Kickstarter: 90.000$ contro i “soli” 50.000 necessari. Non esiste ancora perché è entrato ora nella fase del beta testing, che vedrà la prova del device prima su un gruppo ristretto di cani, poi su alcuni dei primi donatori di Kickstarter, finché nell’autunno di quest’anno verrà definitivamente lanciato sul mercato al prezzo di 149 dollari.

Voi rendereste il vostro migliore amico peloso uno smart dog con WÜF?

Studentessa di Linguaggi dei Media con la passione per le notizie strane (e spesso inutili). Gamer da sempre, ricorda lunghe sessioni di Tetris alla tenera età di sei anni. Ama ciecamente tutto ciò che è geek o viene dal Giappone e legge qualsiasi cosa, dalle etichette dello shampoo a Game of Thrones.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − 13 =